solovela.net
lunedì , 24 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » Tecnica di costruzione: Made in Italy
ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.



Cantieri Hi-Tech: Made in Italy
Lo scafo in carbonio più grande in Italia nella Wally Europe a Fano Lo scafo in carbonio più grande in Italia nella Wally Europe a Fano


Cantieri Hi-Tech
Made in Italy

Chi sono, dove costruiscono, cosa hanno prodotto e soprattutto come realizzano i loro prototipi i principali cantieri nazionali che utilizzano le fibre “esotiche” nella nautica

Quella italiana è sempre stata, a livello prettamente industriale, una realtà minore rispetto a quella d’oltralpe, ma comunque capace di ritagliarsi una sua precisa identità. I cantieri Alpa e Brigand nei primissimi anni sessanta, Comar, Cantiere del Pardo poi, divennero i protagonisti principali del neonato settore nazionale delle barche a vela realizzate in serie. Sostanzialmente piccole realtà industriali, produttori di yacht rigorosamente realizzati in vetroresina. Barche solide, pratiche ed esteticamente proporzionate, ma ben lontane dalla qualità e dalla tecnologia adottata nel nord d’Europa da Nautor e Baltic e distanti anni luce anche dagli impressionanti numeri della industrializzata cantieristica francese.

di Pietro Fiammenghi


14/04/06
  pdf scarica l'articolo
in formato pdf


400 Kb
 

RICERCA
L'ARTICOLO
La ricerca vi permette di ritrovare gli articoli di vostro interesse.
Potete selezionare la categoria e associare una parola chiave, oppure digitare direttamente la parola e fare partire la ricerca.

Categoria Parole chiave massimo 3 parole

Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti