solovela.net
lunedì , 24 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » Tecnica di costruzione: Inaffondabile per davvero
ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.



Test sull'Etap 21: Inaffondabile per davvero
L'Etap 21 è ormai pieno d'acqua, ma procede benissimo L'Etap 21 è ormai pieno d'acqua, ma procede benissimo

la dinette piena d'acqua la dinette piena d'acqua

Test sull'Etap 21
Inaffondabile per davvero

Due giornalisti francesi decidonodi verificare se le barche, cosiddette inaffondabili, lo siano davvero, questo il racconto della loro esperienza

Quando Eric Vibart, giornalista francese, ha proposto a Jean -Luc Gourmelen, suo collega, di traversare la Manica a bordo di un Etap 21 semiaffondato, questi ha alzato il sopracciglio e ha dato un’occhiata interrogativa all’amico, come per chiedergli, quanto avesse già bevuto a quell’ora della mattina. Sino a quel momento c’erano stati vari test su barche inaffondabili, ma erano stati tutti test statici, con le barche ferme in porto a subire allagamenti controllati, lui voleva fare qualcosa di diverso, voleva vedere come una barca inaffondabile si sarebbe comportata all’atto pratico. L’idea apparentemente poteva sembrare insensata, si rischiava di perdere una barca del valore di varie decine di euro e di rischiare di trovarsi in guai seri, specialmente perchè quel matto di Eric, la sua idea la voleva realizzare attraversando la Manica, che come è noto, è un braccio di mare ad alta intensità di traffico.

di Lara Adani


14/04/06
  pdf scarica l'articolo
in formato pdf


92 Kb
 

RICERCA
L'ARTICOLO
La ricerca vi permette di ritrovare gli articoli di vostro interesse.
Potete selezionare la categoria e associare una parola chiave, oppure digitare direttamente la parola e fare partire la ricerca.

Categoria Parole chiave massimo 3 parole

Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti