solovela.net
domenica , 16 giugno 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Il pentagono perde il suo aereo supersonico
Il pentagono perde il suo aereo supersonico
News/08/FalconHTV2.jpg Falcon HTV2, il velivolo supersonico si perde nell'Oceano
HTV2 si schianta nel Pacifico
Il pentagono perde il suo aereo supersonico

Falcon HTV2, veloce 20 volte più del suono si perde. Avrebbe potuto collegare Los Angeles-New York in dodici minuti

Stati Uniti - Falcon Hypersonic Test Vehicle (HTV2) è il nome del velivolo supersonico sperimentale progettato dalla DARPA (Agenzia Americana di Ricerca Avanzata della Difesa) che ieri, nella giornata del suo secondo test, si è perso e con tutta probabilità inabissato nel Pacifico.
Il velivolo a forma di punta, costato sino ad oggi 320 milioni di dollari, inserito in un operazione congiunta tra il Pentagono e l'agenzia DARPA, è in grado di volare senza pilota e può raggiungere una velocità 20 volte superiore a quella del suono. In grado di trasportare un carico pari a 2.500 chili, sufficienti per una testata nucleare, in teoria avrebbe dovuto consentire all'aviazione americana di colpire un bersaglio ovunque nel mondo in meno di un'ora.
Nella giornata di ieri si è eseguito il secondo test, che come il precedente non ha riscosso successo. La Darpa ha dichiarato: "Dopo nove minuti di volo un'anomalia ha causato la perdita del segnale. Le prime indicazioni suggeriscono che il velivolo si sia schiantato nel Pacifico lungo il tracciato di volo". Le forze navali americane, sono intervenute con numerosi mezzi per cercare di indentificare il luogo dell'ammaraggio. La zona dello schianto rimane segreta.
Il progetto del Pentagono dovrebbe essere operativo entro il 2025.
13/ago/2011


RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti