solovela.net
giovedì , 27 giugno 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Il mal di mare passerà con una scarica elettrica
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Il mal di mare passerà con una scarica elettrica
Scoperte
Il mal di mare passerà con una scarica elettrica

In fase sperimentale un metodo per prevenire il mal di mare con piccole scariche elettriche al cervello

Londra – Due piccoli elettrodi applicati alla testa una fonte di energia elettrica a bassissimo voltaggio che potrebbe essere anche il cellulare e il mal di mare potrebbe essere sconfitto, questo è quello che prevede il team di ricercatori dell’Imperial College di Londra.

Secondo la ricerca degli scienziati dell’Imperial College pubblicata su Neurology il mal di mare si può sconfiggere con l’applicazione di due elettrodi al cuoio capelluto che trasmettano al cervello delle piccole scariche elettriche. Gli stimoli elettrici annullerebbero le reazioni del cervello a una situazione di equilibro incerto prolungato che porterebbero i sensi di nausea e sudori freddi.

Gli studiosi, che hanno già sperimentato il nuovo sistema, sono convinti che non ci siano effetti collaterali, soprattutto quel fastidioso senso di sonnolenza che si accompagna con i rimedi chimici oggi utilizzati.

Il sistema è stato studiato per far fronte ai problemi che trovano i piloti di droni con visore per le realtà virtuale i quali avvertono gli stessi disturbi di chi soffre mal di mare.

Secondo il dott. Qadeer Arshad, a capo del team di ricerca, il sistema potrebbe arrivare nelle nostre farmacie nell’arco di cinque anni.
05/set/2015

Video Zattera

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti