solovela.net
domenica , 15 dicembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Mondiale J70 nell’occhio del ciclone, problema stazze
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Mondiale J70 nell’occhio del ciclone, problema stazze
NewsRegate/09/J70-in-regata.jpg J70 in regata
Campionato del Mondo J70
Mondiale J70 nell’occhio del ciclone, problema stazze

Stazzatori al lavoro per il mondiale J70 a Porto Cervo, 15 barche irregolari

Porto Cervo - Il mondiale J70 non è ancora cominciato, ma in banchina a Porto Cervo, dopo quanto emerso pubblicamente sulla omogeneità della classe con il nostro articolo publicato la settimana scorsa : il clima è rovente.

Nelle ultime ore lo staff del comitato di stazza alla guida di Cris Howell, lo stazzatore ufficiale del cantiere americano, ha riscontrato delle modifiche al bulbo originale in circa una quindicina di barche, tutte italiane.
In pratica pare che il bulbo di alcuni J70 iscritti al Campionato del Mondo di Porto Cervo sia stato modificato in maniera tale da renderlo più idrodinamico rispetto al progetto originale.

Alcuni team hanno risolto ripristinando o, addirittura, sostituendo il bulbo, altri, invece, non potranno prendere parte alle regate.
In banchina molti si stanno domandando da quanto tempo le barche coinvolte, molte delle quali vittoriose nelle regate di classe sinora disputate, abbiano il bulbo modificato. Certo è che sia la credibilità della classe che del marchio sono ora in gioco.

Alessandro Zampori, segretario della Classe Italiana dei J70, raggiunto telefonicamente da Solovelanet dichiara che, pur non avendo la Classe Italiana l’autorità di escludere alcuna imbarcazione, non intende fare sconti nei confronti di chi è fuori regola: “E’ stato chiesto il massimo rigore all’Associazione di Classe Internazionale e all’Autorità Organizzatrice del Campionato del Mondo”, queste le sue parole.

Martedì 12 settembre le prime regate con oltre 170 barche in acqua; sarà comunque uno spettacolo ma l’auspicio è che possa vincere il migliore, non il più furbo.

Poco prima della pubblicazione di questa notizia la Classe J70 ha pubblicato una sua nota a riguardo, nota che riportiamo integralmente:

COMUNICATO UFFICIALE J/70 ITALIAN CLASS
A seguito dei recenti illeciti riscontrati nelle fasi di stazza delle imbarcazioni iscritte al Campionato Mondiale Audi J/70 World Championship, J/70 Italian Class desidera esprimere alcune considerazioni in merito a quanto accaduto.

Consci delle esperienze passate e della necessità di mantenere la più stretta monotipia, l’attuale Consiglio ha deciso di coinvolgere, investendo risorse anche economiche, due nuovi stazzatori che facessero proprie le conoscenze e gli strumenti necessari al fine di garantire, anche in ottica futura, la più stretta osservanza delle regole.

Grazie anche alla suddetta scelta e alla presenza della Classe Internazionale, una volta a Porto Cervo è stato possibile evidenziare la non conformità di alcune imbarcazioni che, nel dettaglio, presentavano manomissioni nella chiglia.

Il regolamento di Classe non lascia spazio a interpretazioni: non è consentito apportare alcun tipo di modifica alle imbarcazioni, eccezion fatta per minimi aggiustamenti dovuti ad imperfezioni ed inestetismi dell’appendice.

Coloro ai quali, al momento della stazza, sono state evidenziate difformità nell’imbarcazione, hanno evidentemente violato il regolamento traendone improprio vantaggio, commettendo inoltre un illecito sportivo che non solo ha influito sui risultati dei colleghi armatori che si sono comportati correttamente, ma ha anche violato i valori di sportività e lealtà su cui J/70 Italian Class pone le sue basi.

J/70 Italian Class, oltre ad aver stigmatizzato il comportamento dei suddetti armatori, si è fatta immediatamente parte diligente con tutte le parti in causa ed ha richiesto all’Organizing Authority e alla Giuria internazionale del Campionato di esprimersi riguardo l’ammissibilità delle suddette imbarcazioni all’Audi J/70 World Championship.

J/70 Italian Class, indipendentemente dalla conferma o mancata accettazione di tali imbarcazioni alla manifestazione Audi J/70 World Championship, si riserva la possibilità di intraprendere azioni disciplinari nei confronti degli armatori della Classe Italiana responsabili delle sopraelencate manomissioni.

11/set/2017 di Alessandro Balzani

FF40

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti