solovela.net
lunedì , 18 novembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Finale al photofinish tra i maxi Sodebo Ultim’ e Maxi Edmond de Rothschild
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Finale al photofinish tra i maxi Sodebo Ultim’ e Maxi Edmond de Rothschild
Transat Jacques Vabre
Finale al photofinish tra i maxi Sodebo Ultim’ e Maxi Edmond de Rothschild

Solo meno di trenta miglia separano i due contendenti; vedremo chi la spunterà tra la barca più anziana Sodebo Ultim', e la più fresca sfidante Maxi Edmond de Rothschild

Finale al photofinish dopo le 4.350 miglia della rotta in Atlantico centrale da Le Havre – Francia a Salvador de Bahia – Brasile. La 13a edizione della Transat Jacques Vabre, vede un testa a testa tra i due grandi trimarani, oltre i 30 metri di lunghezza, che dovrebbero attraversare la linea di arrivo nella Bay of All Saints tra le 12:00 e le 16:00 UTC di lunedì 13 novembre.

Solo meno di trenta miglia separano i due contendenti; vedremo chi la spunterà tra la barca più anziana Sodebo Ultim', e la più fresca sfidante Maxi Edmond de Rothschild.

Chiunque vinca, il record di traversata dovrebbe essere ampiamente migliorato, perché fino ad oggi il miglior tempo tra Le Havre e Salvador de Bahia era di Franck Cammas e della sua galoppata in 10 giorni 0h 38 minuti con Groupama 2 nel 2007.

I primi Multi 50 stanno passando la zona di convergenza intertropicale, i Doldrums (o Pot au noir come dicono i Francesi), senza risentire eccessivamente delle calme equatoriali

Gli IMOCA dovrebbero entrare nella zona dei Doldrums nella notte tra lunedì e martedì e stanno già preparando la migliore strategia di passaggio.

I Class 40 si trovano tra le Canarie e Capo verde alle prese con una depressione che sta rompendo gli alisei. Imerys Clean Energy ha subito un forte rallentamento, perché si sono trovati con una montagna di alghe sulla loro chiglia, costretti a fermarsi e tuffarsi sotto la barca per controllare e provvedere.

Problemi tecnici per Esprit Scout (Classe40), di Jacques-Arnaud Seyrig e Marc Dubos, per una grave delaminazione del loro scafo dalla linea di galleggiamento al ponte per 30 cm di larghezza. L'acqua sta penetrando nella paratia stagna anteriore causando problemi alla barca. I due skipper hanno deciso di navigare verso le isole Canarie; sono a 130 miglia di distanza da Tenerife, che dovrebbero raggiungere verso l’alba di lunedì.

Ciela Village (Classe40) di Thierry Bouchard e Oliver Krauss è arrivata a Mindelo sull'isola di São Vicente a Capo Verde alle 13:45 UTC. Un team tecnico è stato mobilitato per risolvere i problemi del pilota automatico, che ha costretto i due skipper a governare costantemente dal secondo giorno.

Gli italiani in regata
Sempre 12ma posizione Giancarlo Pedote col francese Fabrice Amedeo nella classe IMOCA.
Saldamente stabili in sesta posizione nei Class 40, Massimo Jiuris e Pietro Luciani
Andrea Fantini e Alberto Bona con Enel Green Power (Class 40), sempre fermi a Lisbona per riparazioni.

La classifica alle ore 20:06 del 12/11/2017

Class40
1 - Imerys Clean Energy
2 - V And B
3 - Aïna Enfance & Avenir

Multi50
1 - FenêtréA - Mix Buffet
2 - Arkema
3 - Réauté Chocolat

IMOCA
1 - St Michel - Virbac
2 - SMA
3 - DES VOILES ET VOUS!
Ultime
1 - Sodebo Ultim'
2 - Maxi Edmond de Rothschild
3 - Prince de Bretagne

La regata
Settantasei skipper alla partenza – cinque le presenze femminili – per 9 differenti nazioni. Presenti monoscafi (Class 40 e IMOCA) e multiscafi (Multi 50 e Ultime).

Nel 1993 “Route du café” in solitario, dal 1995 Transat Jacques Vabre in duo. La regata è oggi una importante competizione biennale oceanica francese; 38 le imbarcazioni partite domenica 5 novembre scorso, che si sfidano sulla rotta dell’Atlantico centrale nelle 4.350 miglia tra la francese Le Havre e la brasiliana Salvador de Bahia.

Partiti cinque skipper italiani: il fiorentino Giancarlo Pedote in duo con il francese Fabrice Amedeo (IMOCA Newrest - Brioche Pasquier); il milanese Massimo Jiuris con il veneziano Pietro Luciani (Class 40 Colombre XL); il ferrarese Andrea Fantini con il torinese Alberto Bona (Class 40 Enel green power).



13/nov/2017 di Antonio Giovannelli

Zattera
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti