solovela.net
domenica , 16 giugno 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Il 90% degli effetti del gas serra sono in mare
Il 90% degli effetti del gas serra sono in mare
News/01/Clima.jpg La scomparsa dei ghiacciai mette a rischio la sopravvivenza di molte specie anim
Clima
Il 90% degli effetti del gas serra sono in mare

E’ il mare e con esso i ghiacciai a pagare il prezzo più alto dell’effetto dei gas serra

Oxford (UK) – Uno studio dell’università di Oxford in Inghilterra, pubblicato sulla rivista Proceedings of the Nationl Academy of Sciences, dimostra come il 90% del maggior calore generato dal gas serra e dal buco nell’ozono, sia intrappolato in mare e contribuisca a far scomparire distese enormi di ghiacciai ogni anno.

Il team dell’università di Oxford ha calcolato la potenza di tale innalzamento delle temperature ottenendo numeri impressionanti. L’energia sprigionata negli ultimi 150 anni per provocare l’innalzamento delle temperature alla velocità alla quale si stanno verificando, è pari a una bomba atomica della stessa potenza di quella sganciata dagli americani sul Hiroshima nel 1945, sganciata ogni secondo, o all’energia utilizzata in tutto il pianeta per ogni forma di attività in un anno moltiplicata per 1.000.

Ci sono persone, come il Presidente Trump, che provano a negare tutto ciò, ma la realtà, spiegano a Oxford, è che i ghiacciai stanno scomparendo e nelle zone temperate (come l’Italia) stanno apparendo fenomeni metereologici di violenza sino a qualche decennio fa sconosciuta. Una violenza destinata ad aumentare e a condizionare il nostro stesso modo di vivere.

10/gen/2019

Video Zattera

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti