solovela.net
domenica , 17 novembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Il futuro di Groupama 3
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Il futuro di Groupama 3

Tropheè Jules Verne

Il futuro di Groupama 3

Franck Cammas non molla. Dopo la scuffia in Pacifico che ha interrotto il suo sogno di fare il record sul giro del mondo, ha annunciato che ci riproverà l'anno prossimo

Dounedin - “Ci riproveremo”. Franck Cammas ne è certo. Lo skipper francese tornerà l'anno prossimo a bordo di “Groupama 3” e tenterà nuovamente di stabilire il record del mondo senza scalo in equipaggio, dopo che l'ultimo tentativo è sfumato pochi giorni fa al largo della Nuova Zelanda, quando lo scafo sottovento della barca si è spezzato, causandone il capovolgimento.
“Groupama 3” si trova attualmente a Dounedin; il 13 marzo sarà imbarcata su un cargo che la trasporterà in Francia, dove dovrebbe arrivare circa un mese dopo. Da quel momento, inizieranno i lavori di riparazione per far tornare la barca più agile e resistente di prima. “Ci sarà da costruire interamente un nuovo scafo - ha detto Cammas - e rimettere a posto il puzzle in diversi punti”. Un nuovo varo potrebbe essere programmato per novembre, un mese prima di tentare nuovamente l'assalto al Trofeo Jules Verne.
“Dopo diverse valutazioni - ha concluso Cammas - è ancora difficile dire quale sia stata la causa dell'avaria. Conoscevamo quali sforzi poteva sopportare la barca e abbiamo navigato senza prendere rischi. Rivedremo i nostri calcoli, ma il progetto non ha bisogno di grandi modifiche
28/feb/2008

43 Parallelo

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti