solovela.net
sabato , 29 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Soldini aumenta il vantaggio
Soldini aumenta il vantaggio

The Artemis Transat

Soldini aumenta il vantaggio

La barca italiana dopo due giorni di navigazione è ancora al comando della flotta, composta da undici unità, con un vantaggio di dieci miglia su Appart City

Oceano Atlantico - Naviga bene “Telecom Italia”, il Class 40 di Giovanni Soldini impegnato nella Artemis Transat, regata in solitario sulla rotta Plymouth-Boston (2.800 miglia). La barca italiana dopo due giorni di navigazione è ancora al comando della flotta, composta da undici unità, con un vantaggio di dieci miglia su “Appart City” di Ivan Noblet e di diciotto su “Mistral Loisirs” di Thierry Bouchard.
“Ho passato una prima notte difficie - ha raccontato Giovanni - senza mai dormire, nè staccare le mani dal timone. L'uscita dalla Manica è stata molto impegnativa, soprattutto perchè c'era parecchio traffico”. Soldini adesso sta veleggiando a nord della rotta ortodromica per evitare la corrente contraria; una scelta che sembra pagare, in quanto “Telecom Italia” ha fatto registrare la velocità istantanea più alta del gruppo (11,7 nodi). “Stanotte il vento non ha dato scarso come mi aspettavo - ha continuato lo skipper - quindi sono andato avanti così. Credo che a breve stramberò, per cercare di coprire gli avversari”.
Tra gli Open 60, “Foncia” di Michel Desjoayeaux e “Generali” di Yann Elies navigano appaiati. Dietro di loro, “Bt” di Sebastien Josse insegue con dieci miglia di distacco.
13/mag/2008

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti