solovela.net
sabato , 22 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Risalendo il Po
Risalendo il Po

Navigazione fluviale

Risalendo il Po

L'obiettivo di questa navigazione è quello di compiere un elogio alla natura e ai valori del fiume e della gente che lo abita, perchè il principale corso d'Italia non più di cento anni fa era facilmente navigabile

Boretto - Il Po in barca a vela. E' questa l'iniziativa intrapresa dall'equipaggio comandato da Bruno Porto, partita lo scorso 30 aprile dall'Arsenale di Venezia.
L'obiettivo di questa navigazione, organizzata da Giacomo De Stefano, è quella di compiere un elogio alla natura e ai valori del fiume e della gente che lo abita, perchè il principale corso d'Italia non più di cento anni fa era facilmente navigabile. “Risalendo il Po - racconta De Stefano - vorrei incontrare le persone che hanno una storia legata ad esso e accogliere tutti coloro che vorranno navigare con me. Una volta si andava senza problemi da Venezia a Torino, mentre oggi bisogna scendere e spingere”.
La barca che sta tentando di raggiungere il capoluogo piemontese è stata costruita dal cantiere Vento di Venezia, è lunga cinque metri e mezzo e dotata di un baglio massimo di un metro e mezzo e una chiglia retrattile che può misurare dai venti ai novanta centimetri. In alcuni tratti, procedere soltanto grazie all'armo velico alla latina è impossibile, cosicché Porto e il suo equipaggio sono costretti ad avanzare grazie alla spinta dei remi. I navigatori hanno attraversato in questi giorni il tratto reggiano del fiume e dovrebbero raggiungere Torino il prossimo 8 giugno.
19/mag/2008

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti