solovela.net
martedì , 15 ottobre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Ci siamo
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Ci siamo

Mondiale Melges 24

Ci siamo

Il via ufficiale alla competizione sarà dato alle 11,30 di domenica 1 giugno. L'evento si annuncia molto competitivo, nonostante l'assenza di David Ullman, vincitore l'anno scorso

Porto Cervo - Tra le banchine dello Yacht Club Costa Smeralda tutto è pronto per il mondiale di classe Melges 24. Oggi e domani, i 117 equipaggi in gara provenienti da 16 nazioni effettueranno i consueti controlli di stazza, per poi testare nei prossimi due giorni il campo di regata con alcune prove di warm-up.
Il via ufficiale alla competizione sarà dato alle 11,30 di domenica 1 giugno. L'evento si annuncia molto competitivo, nonostante l'assenza di David Ullman, lo skipper statunitense che l'anno scorso si aggiudicò il titolo iridato nelle acque di Santa Cruz (California) a bordo di “Pegasus 505”.

Ecco una breve descrizione delle barche favorite, tra cui spiccano molti nomi italiani.

“Blu Moon” - Armatore svizzero, Franco Rossini, e velisti italiani, come Flavio Favini al timone e Stefano Nava alla tattica. E' l'Alinghi della categoria, campione europeo in carica e scafo da battere sotto ogni punto di vista.

“Marchingenio” - La barca di Giorgio Marchi può contare su un equipaggio affiatato, lo stesso che, comandato da Nicola Celon, ha vinto il mondiale di specialità nel 2006.

“Joe Fly” - Lo scafo di Giovanni Maspero si presenta con i gradi del campione italiano; un titolo conquistato appena venti giorni fa, a testimonianza dell'ottimo stato di forma del team comandato da Gabrio Zandonà.

“Uka Uka” - Il monotipo di Lorenzo Santini è reduce da un agguerrito duello con “Joe Fly”, perso sul filo di lana, per la conquista del campionato italiano. L'equipaggio di alto livello, in cui spiccano Lorenzo Bressani al timone e Francesco Bruni, è la maggior garanzia per una prestazione di rilievo.

“Poizon Rouge” - Battente bandiera svizzera, il Melges di Jean Marc Monnard può rappresentare la sorpresa del mondiale e una delle principali insidie tra gli equipaggi azzurri e il successo iridato. Nel proprio curriculum, un secondo posto al mondiale di due anni fa.
28/mag/2008

43 Parallelo

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti