solovela.net
sabato , 29 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Amatori alla conquista dell'Atlantico
Amatori alla conquista dell'Atlantico

ARC - Atlantic rally for cruiser

Amatori alla conquista dell'Atlantico

Il percorso è sempre lo stesso, da Las Palmas (Canarie) a St. Lucia, per un totale di 2.680 miglia che la maggior parte delle imbarcazioni completa tra i diciotto e i ventuno giorni

Las Palmas - Saranno più di duecento, per la precisione duecentoventi, gli equipaggi che dal prossimo 23 novembre parteciperanno alla ventitreesima edizione della ARC (Atlantic rally for cruiser), la traversata atlantica dedicata ad equipaggi non professionisti. Lo spirito della competizione non è cambiato nel corso degli anni: permettere ai molti velisti amatoriali di completare il mitico attraversamento dell'Atlantico nella maniera più divertente e sicura possibile. I regatanti, oltre ad essere monitorati costantemente dall'organizzazione, potranno infatti collegarsi a un canale radio per ascoltare incitamenti e consigli da parte di molti velisti esperti dell'oceano.
Il percorso è sempre lo stesso, da Las Palmas (Canarie) a St. Lucia, per un totale di 2.680 miglia che la maggior parte delle imbarcazioni completa tra i diciotto e i ventuno giorni. Ben più veloce, invece, è il record dell'evento, stabilito dal maxi italiano Capricorno di Rinaldo Del Bono in 11 giorni, 5 ore e 32 minuti.
Forte, come di consueto, è il carattere internazionale della manifestazione. Sulla linea di partenza ci saranno barche in rappresentanza di ventuno paesi e più di mille velisti appartenenti a venticinque nazionalità diverse. Quindici saranno gli equipaggi italiani, mentre la lunghezza media di tutte le unità in gara è di quattordici metri e mezzo (il cinquanta per cento delle barche iscritte è tra i dodici e i quindici metri). Lo scafo più grande è un Oyster 82 americano, Sundower (24.99m); il più corto, invece, un First 31 norvegese (9.91 m). Beneteau (30 imbarcazioni) è il cantiere con più barche in gara, seguito da Oyster (17) e Hallberg Rassy (15). Buona anche la presenza dei multiscafi, quindici, con Lagoon (6 catamarani) e Fountaine Pajot (4), maggiormente rappresentati.
14/nov/2008

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti