solovela.net
sabato , 22 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Ro 340 Eco, dieci metri rinnovabili
Ro 340 Eco, dieci metri rinnovabili

Barche

Ro 340 Eco, dieci metri rinnovabili

Principale caratteristica di questa barca è la motorizzazione elettrica; una scelta che concede notevoli vantaggi economici, annullando le spese per il carburante

Barcellona – Presentato in anteprima allo scorso salone di Barcellona (8-16 novembre), il cantiere spagnolo Ronautica, lancia un’interessante novità sul mercato, il Ro 340 Eco. Questo modello è una versione “rinnovabile” del Ro 340 (clicca qui per visualizzare la scheda di SoloVela), un dieci metri dedicato alla crociera veloce, lanciato sul mercato tre anni fa.
Principale caratteristica del Ro 340 è la motorizzazione elettrica; una scelta che concede notevoli vantaggi economici, annullando le spese per il carburante, e di comodità, grazie a una sensibile riduzione del rumore e delle vibrazioni emesse dai propulsori standard.
La barca è stata interamente studiata per ricaricare in più modi le riserve energetiche e disperderne il meno possibile, attraverso l’utilizzo di impianti a basso consumo come i led per l’illuminazione. Sulla coperta sono stati posizionati dei pannelli fotovoltaici per incamerare energia solare, in testa d’albero una turbina per acquisire quella eolica e durante la navigazione a vela anche la resistenza idrodinamica dell’elica permette di ricaricare le batterie. In caso di totale assenza di vento è inoltre possibile servirsi di un generatore.
Novità anche nella struttura dello scafo, costruito in resina epossidica e quindi maggiormente resistente al fenomeno dell’osmosi.


07/gen/2009

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti