solovela.net
sabato , 29 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Anche Etap in insolvenza
Anche Etap in insolvenza

Mercato

Anche Etap in insolvenza

La profonda crisi in cui è caduto il cantiere Dehler, incapace di portare a termine circa duecento ordinazioni, ha tuttavia reso inevitabile il tracollo anche per la più piccola azienda belga

Malle – Anche Etap finisce in stato di insolvenza. Ad annunciarlo attraverso un comunicato è stato lo stesso cantiere belga, acquisito l’anno scorso dal gruppo Dehler e trascinato in queste condizioni dal recente crack finanziario dello stesso cantiere tedesco. “Dal 7 gennaio – si legge nella nota – anche Etap ha dichiarato lo stato d’insolvenza. Negli ultimi tempi abbiamo adottato una nuova strategia di marketing e il cambiamento di logo e slogan ben si sono implementati con il lancio del primo modello della nuova linea, l’Etap 30 CQ, esposto al salone nautico di Ijmuiden lo scorso settembre. Questo riposizionamento del marchio sembrava poter avere effetti favorevoli e difatti le prime risposte del mercato sono state positive”.
La profonda crisi in cui è caduto il cantiere Dehler, incapace di portare a termine circa duecento ordinazioni, ha tuttavia reso inevitabile il tracollo anche per la più piccola Etap. “Facendo parte del gruppo Dehler – continua il comunicato – ed essendo colpiti dall’insolvenza dell’azienda tedesca, Etap non ha avuto la possibilità di completare il proprio progetto di ristrutturazione e beneficiare della sinergia creata dall’acquisizione. Dehler e Etap sono due marchi forti e ben presenti sul mercato; la speranza è che riescano a risorgere sotto una nuova proprietà”.
12/gen/2009

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti