solovela.net
venerdì , 23 agosto 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Ecco il Corsaro, il Class 40 “made in Italy”
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Ecco il Corsaro, il Class 40 “made in Italy”
News/02/Corsaro40_nd.jpg Il piano velico del nuovo Corsaro 40
Barche
Ecco il Corsaro, il Class 40 “made in Italy”

La barca è a tutti gli effetti un Class 40, ovvero risponde a tutte le restrizioni imposte dal regolamento di classe. Presenta, tuttavia, alcune particolarità come il dritto di prua inclinato all’indietro

Arezzo – E’ stato presentato sabato scorso presso il circolo velico di Porto Santo Stefano, il progetto del nuovo Corsaro 40, una barca progettata dagli ingegneri Mario Barbetti e Oris d’Ubaldi che sarà costruita nei prossimi mesi dal cantiere Blue Phoenix di Arezzo.
La barca è a tutti gli effetti un Class 40, ovvero risponde a tutte le restrizioni imposte dal regolamento di classe. Presenta, tuttavia, alcune particolarità come il dritto di prua inclinato all’indietro e l’albero posto in una posizione più arretrata per favorire l’installazione di un gennaker più grande. Del tutto simile agli altri Class 40 è invece la carena piatta e la chiglia retrattile, che riduce il pescaggio da 3 a 1,7 metri.
Il layout interno prevede tre cabine doppie, uno spazio abbastanza comodo per fare carteggio, un angolo cucina e il bagno con doccia. Come tutte le sue simili, la barca strizza l’occhio decisamente di più alle prestazioni che alla comodità a bordo.

Dati tecnici:
Lunghezza fuori tutto: 12,19 mt
Baglio massimo: 4,48 mt
Dislocamento: 4.500 kg
Pescaggio: 3,00/1,70 mt
Superficie velica: 110,00 mt
Water ballast: 750 lt
Motorizzazione: 40 hp
10/feb/2009

Video Zattera

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti