solovela.net
mercoledì , 17 luglio 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Dominio Nerone
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Dominio Nerone
NewsRegate/03/AcuraMiami2_nhp.jpg La classe Farr 40 parla italiano; il Grand Prix a Nerone, la combinata a Joe Fly
Acura Miami Grand Prix
Dominio Nerone

La barca di Massimo Mezzaroma ha preceduto di tredici punti l’equipaggio statunitense di Goombay Smash e di diciotto Joe Fly di Giovanni Maspero

Miami – Nerone, dall’inizio alla fine. L’Acura Miami Grand Prix ha celebrato ieri la vittoria tra i Farr 40 della barca di Massimo Mezzaroma, dominatrice dell’evento dopo averlo condotto per tutto il suo corso. Nelle acque della Florida lo scafo italiano si è così imposto nel secondo appuntamento stagionale previsto dal calendario di classe al termine di quattro giorni di regate caratterizzati da venti moderati e un mare formato che hanno permesso la disputa di un totale di dieci prove.
Nerone ha preceduto di tredici punti l’equipaggio statunitense di Goombay Smash e di diciotto Joe Fly di Giovanni Maspero, dimostrandosi la barca più determinata e concentrata nel voler conquistare la vittoria. Impressionante lo score registrato dall’equipaggio comandato da Vasco Vascotto che ha vinto sei prove, conquistato un secondo e un quarto piazzamento e solo due volte è sceso al settimo posto. Sotto tono, invece, i due favoriti, Barking Mad e Mascalzone Latino, rispettivamente quarto e quinto in classifica generale, ma mai in grado di lottare per il successo finale. Entrambi hanno visto così sfumare anche la possibilità di conquistare la combinata Acura, una risultante dei punteggi ottenuti in questa competizione e nella Acura Key West, che è andata a Joe Fly. “Ci sono stati dei naturali cali di tensione. Tutto l’equipaggio – ha commentato Vincenzo Onorato, skipper dei Mascalzoni – non può stare sempre a mille. La classe è estremamente competitiva e se c’è un calo di tensione in tutti i noi, il risultato non arriva. Nerone non è una scoperta, è un team in forma, presente sui campi di regata da diversi anni. Sono stati molto motivati e lo hanno dimostrato sull’acqua”.
Tra i Melges 32, invece, l’italiana Calvi Nework ha concluso la sua fatica al settimo posto, a quarantaquattro lunghezze di distanza dal primo, occupato dall’americana Bliksem.
09/mar/2009

Video Zattera
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti