solovela.net
lunedì , 16 settembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Rubato spumante a 50 mt di profondità
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Rubato spumante a 50 mt di profondità
News/12/SpumanteSub_nhp.jpg Le operazioni di immersione dello spumante
Sestri Levante
Rubato spumante a 50 mt di profondità

La bottiglia da ventisette litri aveva un valore di mille euro ed era stata portata negli abissi dalle Cantine Bisson per un processo di invecchiamento della durata di dodici mesi

Genova - Furto subacqueo a Sestri Levante. Negli scorsi giorni, infatti, è stata rubata una bottiglia da ventisette litri di spumante doc, che le Cantine Bisson di Chiavari avevano deciso di far invecchiare a cinquantacinque metri di profondità. Ad accorgersi dell’accaduto è stato il gruppo di sub Kaiten che, sceso negli abissi martedì scorso per una verifica, ha scoperto che la bottiglia, del valore di circa mille euro, non c’era più.
Per la sua conservazione era stata scelta la sala macchine del relitto Kt, un’unità silurata e affondata a circa un miglio da Sestri Levante durante la seconda guerra mondiale. I rapinatori hanno probabilmente spostato lo spumante in coperta, riportandolo in superficie con un pallone. Dopo dopo dodici mesi di invecchiamento, le Cantine Bisson avrebbero dovuto mettere all’asta in beneficenza la bottiglia, portata negli abissi lo scorso settembre.
Indignato Piero Lugano, fondatore dell’azienda vinicola. “Ci volevano – ha detto – dei sub molto esperti per fare una cosa del genere. A cinquanta metri di profondità si rischia la vita, e chi vi scende dovrebbe avere un’etica”.
17/dic/2009

Sailitalia

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti