solovela.net
sabato , 29 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Bonifacio, nasce il parco marino
Bonifacio, nasce il parco marino
News/06/BoccheBonifacio_4nhp.jpg Bocche di Bonifacio
Ambiente
Bonifacio, nasce il parco marino

Sviluppare una politica di gestione congiunta tra Italia e Francia, e tutelare la biodiversità. Ecco i primi obiettivi del nuovo ente. E c'è già la proposta di interdire la navigazione a trecento unità da carico

La Maddalena – Nasce il parco marino delle Bocche di Bonifacio. Grazie all'intesa raggiunta tra i ministri dell'Ambiente di Italia e Francia, Stefania Prestigiacomo e Jean Louis Borloo, il tratto di mare che separa la Sardegna dalla Corsica è diventato a tutti gli effetti un'area protetta. Dopo anni di ritardi e lungaggini, la svolta alle trattative per la costituzione di questo ente è arrivata lo scorso 9 aprile, con la firma di un protocollo di intesa tra i due rappresentanti di governo.
I primi provvedimenti che saranno presi nei confronti del parco marino riguarderanno la sperimentazione di un modello di gestione congiunta attraverso lo strumento comunitario del Gect (gruppo europeo di cooperazione territoriale), la realizzazione di un centro di ricerca scientifica per tutelare la biodiversità marina e la sperimentazione di fonti di energia rinnovabile nelle isole di Spargi e Lavezzi. In programma, c'è inoltre la possibilità di interdire la navigazione alle navi che trasportano materiali pericolosi (circa trecento l'anno), per cui è necessario ottenere il placet dell'Organizzazione marittima internazionale.
Il finanziamento comunitario di avvio per il nuovo parco marino è di 1,8 milioni di euro in tre anni.
15/giu/2010

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti