solovela.net
martedì , 18 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Usa: nel 2009 più vittime tra i diportisti
Usa: nel 2009 più vittime tra i diportisti
NewsRegate/08/GuardiaCostieraUSA_1nhp.jpg Un battello della guardia costiera statunitense
Sicurezza della navigazione
Usa: nel 2009 più vittime tra i diportisti

Secondo il report della guardia costiera statunitense, tra le cause principali degli incidenti c'è l'inesperienza e l'eccessivo consumo di alcool

Washington – Aumentano i morti in mare negli Stati Uniti; così sostiene l'ultimo report, corredato di dati relativi al 2009, pubblicato dalla guardia costiera del paese d'Oltreoceano. Secondo l'istituzione americana, rispetto all'anno precedente i diportisti che hanno perso la vita sono cresciuti del 3,8 per cento, a dispetto di una diminuzione degli incidenti di circa l'1,2 per cento.
Numeri alla mano, sono stati 4.730 gli incidenti accaduti al largo delle coste statunitensi, che hanno causato 736 morti e più di 3.300 infortuni. Le principali cause di quanto accaduto sono la disattenzione e l'inesperienza, eccessive velocità e l'eccessivo consumo di alcol. Il report evidenzia inoltre come l'86 per cento delle vittime non stesse rispettando correttamente le norme comportamentali sulla sicurezza in mare. “Circa il 75 per cento delle vittime – ha detto Kevin Cook, direttore della prevenzione degli incidenti in mare per la guardia costiera americana – sono annegate e, tra queste, l'84 per cento non indossava un giubbotto salvagente”.
05/ago/2010

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti