solovela.net
giovedì , 21 novembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Un coperchio alla base della tragedia
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Un coperchio alla base della tragedia
NewsRegate/10/MobyOtta_1nhp.jpg La Moby Otta
Incidente nel porto di Genova
Un coperchio alla base della tragedia

Il mal posizionamento della struttura di protezione avrebbe inavvertitamente urtato le leve che azionavano le eliche, facendo così spostare l’unità, a cui non era ancora stato impartito il fermo motori, in avanti

Genova – Sarebbe stato l’errato posizionamento del coperchio della consolle di guida a causare l’incidente dello scorso 26 settembre, in cui una vettura con due persone a bordo è precipitata in acqua mentre sbarcava dal traghetto Moby Otta nel porto di Genova.
Secondo gli inquirenti, infatti, un improvviso spostamento della struttura sagomata che dovrebbe proteggere la consolle avrebbe urtato le leve che attivano le eliche del motore, causando così lo spostamento dell’unità in avanti e il conseguente distaccamento della passerella dalla banchina. Al momento dell’incidente, sulla plancia di comando c’era soltanto il comandante del traghetto, Giuseppe Vicidomini di 41 anni, accusato di omicidio colposo e rischio di naufragio. L’ufficiale, inoltre, non aveva ancora dato l’ordine di fermare i motori.
Al vaglio degli inquirenti, adesso, anche questo purtroppo famoso coperchio, per accertare se ci sia un difetto di progettazione e, in tal caso, se sia stato risolto sui successivi modelli della linea di navi passeggeri Moby.
07/ott/2010

Zattera

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti