solovela.net
lunedì , 18 novembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Regate di flotta, subito Bmw Oracle
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Regate di flotta, subito Bmw Oracle
NewsRegate/10/Rc44Mondiale2010_5nhp.jpg Mondiale RC 44
Mondiale RC 44
Regate di flotta, subito Bmw Oracle

La costanza nei risultati porta Coutts e compagni a guardare tutti dall'alto nell'evento di Puerto Calero. Mascalzone Latino parte bene ma poi scivola in quinta posizione

Puerto Calero – Dopo la vittoria di James Spithill su Team 17 nella sessione di match race, il mondiale di classe RC 44 è entrato ieri nella seconda fase, quella dedicata alle regate di flotta. Con una brezza più sostenuta di quella quasi inesistente che si è resa protagonista nei primi giorni della competizione, il comitato di regata è riuscito a far disputare tre prove.
Tredici le imbarcazioni in gara con Russell Coutts e la sua Bmw Oracle subito sugli scudi. Lo skipper neozelandese ha interpretato al meglio il campo di regata canario (la sede dell'evento è Puerto Calero, a Lanzarote) conquistando due secondi e un quinto piazzamento. Una costanza nelle prestazioni che non hanno avuto gli altri avversari. James Spithill con Team 17 insegue infatti al secondo posto, distante sei lunghezze dopo aver vinto una manche, conquistato un terza piazza ed essere incappato in una prova decisamente incolore, conclusa all'undicesimo posto. Subito dietro a Team 17 si trova Team Sea Dubai con Mark Wieser, seguito a ruota da Artemis di Terry Hutchinson e Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato.
La barca condotta in quest'occasione da Francesco Bruni ha vinto la prima manche, salvo poi concludere le due successive al nono posto. Nel primo caso, lo scafo italiano non è mai riuscito a liberarsi dalle posizioni di coda della flotta; nell'altro, è invece scivolato nelle retrovie dopo aver battagliato per le prime posizioni nella fase iniziale della prova. “La prima regata – ha detto Vincenzo Onorato – è andata benissimo ma le altre due sono state un po' al di sotto delle nostre possibilità. Questo fa parte del gioco e il grande equilibrio è uno degli aspetti affascinanti di questa classe. Ad ogni modo, noi ci troviamo meglio con venti più sostenuti. Con le arie leggere, uno dei grandi problemi è trovare la giusta concentrazione”.
15/ott/2010

Zattera
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti