solovela.net
giovedì , 20 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Cala il valore della produzione interna
Cala il valore della produzione interna
News/03/BarcheBanchina2011_1nhp.jpg Secondo Pentar, il valore della produzione italiana è diminuito dal 29 per cento
Osservatorio Nautica e Finanza
Cala il valore della produzione interna

Flessioni in ogni campo, secondo lo studio condotto da Pentar. Il suo AD Maurizio Romiti invita comunque a non predicare sfiducia, individuando nei mercati emergenti la chiave della risalita

Roma - Dati tutt'altro che incoraggianti, e non poteva essere altrimenti dopo il difficile anno trascorso dal comparto nautico, quelli pubblicati dall'Osservatorio Nautica e Finanza, un'analisi di mercato condotta da Pentar su un campione di 53 cantieri nautici e 31 società di accessori.
La produzione dei megayacht è diminuita del 27 per cento, scendendo a 9 miliardi di euro. Confermata, invece, la ripartizione del mercato tra imbarcazioni a motore e a vela ed il primato dei cantieri italiani in questo comparto; tuttavia per la prima volta dopo oltre 10 anni, la quota di mercato dei cantieri italiani si assottiglia. Pur mantenendo la leadership assoluta si contrae dal 51 al 50 per cento. Il valore della produzione italiana è diminuito del 29 per cento, considerando tutti i comparti del settore, e del 24 per cento con riferimento alla sola produzione di imbarcazioni. Anche in questo caso è la prima volta, dopo moltissimi anni, che la tendenza si inverte. La produzione italiana è tornata ai livelli del 2005, avendo eroso nel 2009 circa 800 milioni di valore.
Merita particolare attenzione la distribuzione tra vendite interne e all’estero. I consumi interni sono diminuiti del 34 per cento, mentre per le esportazioni la contrazione si è fermata al 20 per cento. Per il secondo anno consecutivo l’andamento delle esportazioni, beneficiando di dati meno negativi delle vendite interne, aiuta il comparto a contenere la caduta. Tra i cantieri, 33 su 53 hanno messo a segno un risultato negativo. I ricavi delle società che compongono il campione sono diminuiti di oltre un terzo e per la prima volta l’ebitda è negativo, avendo perso da un anno all’altro oltre nove punti percentuali. Per quanto riguarda invece le società degli accessori, si è registrata una forte contrazione dei ricavi (circa il 38 per cento), così come di tutti i margini: ebit e risultato d’esercizio sono risultati negativi con peggioramenti rispettivamente di 9 e di 11 punti percentuali. Lo stato patrimoniale aggregato mostra però, la diversa solidità di queste società rispetto ai cantieri.Il patrimonio netto non è diminuito e i debiti addirittura sono diminuiti di oltre il 15 per cento.
Malgrado i dati negativi emersi dall’Osservatorio 2011, secondo Pentar la nautica italiana ha presentato alcuni indicatori positivi che inducono alla constatazione che il settore poggia su basi solide, da cui deve ripartire. “Dobbiamo guardare al futuro - ha sottolineato Maurizio Romiti, amministratore delegato di Pentar - poggiando i piedi su quanto di buono nel settore ancora c'è e può esser fatto valere in campo internazionale. Il nostro paese è leader nel mondo in questo settore e deve essere consapevole delle sue capacità e soprattutto dei punti di forza rispetto ai concorrenti. Sappiamo bene che il mercato internazionale è meno debole del mercato interno e le nostre imprese su quel mercato si sono difese bene. E’ proprio da qui che si deve ripartire per riprendere a far crescere i propri numeri. In questo periodo si stanno inoltre verificando alcune tendenze, capaci di portare grandi novità e offrire prospettive di crescita molto interessanti. Nuovi mercati stanno mostrando il loro interesse per la nautica. Come la Cina che ha scoperto l'interesse per il mare e le barche. Quello cinese è un mercato con grandi potenzialità, capace di dare spinta propulsiva al settore, ma che richiede di essere affrontato con professionalità e coraggio. I nostri cantieri devono saper raccogliere la sfida e soprattutto devono saperla vincere.”
30/mar/2011

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti