solovela.net
martedì , 12 novembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Farr 400, nuovo bolide da regata
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Farr 400, nuovo bolide da regata
News/03/Farr400Varo_1nhp.jpg Farr 400 in navigazione nelle acque di Dubai
Barche
Farr 400, nuovo bolide da regata

Il mitico Farr 40 ha il suo erede. Una barca nata per regatare in monotipia, che strizza l'occhio anche all'altura. Facile da smontare per essere trasportata a basso costo nei campi di regata di tutto il mondo

Dubai - A oltre dieci anni di distanza dal varo del primo modello di Farr 40, lo studio di progettazione diretto da Bruce Farr lancia sul mercato il suo erede, il Farr 400. Nato per regatare in monotipia, questa barca, costruita dal cantiere Premier Composite Technologies, è stata varata negli scorsi giorni nelle acque di Dubai. I primi test serviranno ai progettisti per verificare l'efficienza di attrezzatura e componentistica, puntando anche a migliorare il rating Irc e Orc, per permettere a questo scafo di essere protagonista anche nelle più importanti regate d'altura.
Il Farr 400 nasce con tutti i crismi di uno scafo da regata di ultima generazione. Un processo costruttivo altamente tecnologico, uno sguardo al contenimento dei costi e grande attenzione nel rendere questa barca facilmente trasportabile. La scafo, interamente in carbonio, è costruito attraverso il metodo dell'infusione e prevede una struttura in sandwich con anima in schiuma epossidica. Del progetto saltano subito all'occhio due caratteristiche: la poppa larga a spigolo e un momento raddrizzante molto forte, con la zavorra che sfiora il 60 per cento del dislocamento totale. Ne deriva pertanto una barca nata per essere performante ad ogni andatura e in un range di condizioni climatiche molto ampio. Un'ulteriore testimonianza che oltre alla monotipia (le prime regate si disputeranno nel 2012), l'altura potrebbe diventare una sua vocazione.
Tra le altre particolarità, la chiglia retrattile per facilitare l'accesso nei porti, un bompresso poco più lungo di due metri per murare lo spinnaker e un piano di coperta sgombro e ben organizzato, con un pozzetto ampio per ospitare un equipaggio di otto persone, come previsto dal regolamento di classe. Infine, la barca sarà facile da alloggiare in un container per essere trasportata nei campi di regata di tutto il mondo con costi contenuti. Sono smontabili, infatti, il timone, il bulbo e l'albero. Quest'ultimo, della Southern Spars, è inoltre divisibile in due parti.
31/mar/2011

43 Parallelo

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti