solovela.net
mercoledì , 11 dicembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Forse svelato il mistero dell’Aegean
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Forse svelato il mistero dell’Aegean
NewsRegate/05/CoastGuard.jpg La Guardia Costiera della California ha sospeso tutte le regate di altura
Incidenti
Forse svelato il mistero dell’Aegean

Il sistema GPS colloca la barca californiana affondata venerdì notte, sugli scogli di Coronado

Newport - Gli organizzatori della Newport-Ensada, regata durante la quale lo scorso venerdi notte una barca di 37 piedi, l'Aegean, è affondata e i quattro membri dell’equipaggio sono morti, hanno rivelato che il tracciato del GPS di quella notte, colloca l’Aegean sugli scogli di Coronada, a 15 miglia da San Diego Bay.

Se quanto affermato dal portavoce della Newport-Ensada, fosse confermato, crollerebbe la teoria secondo la quale la barca sarebbe stata investita da una nave cargo.

La Guardia Costiere della California ha dichiarato di essere a conoscenza del tracciato GPS, ma non avendo elementi per determinare l’accuratezza del tracciato stesso, continuerà a indagare su tutti i fronti.

La teoria dello scontro con una nave cargo, nasce dalle condizioni disastrose nelle quali è stato ritrovato, il giorno dopo l’incidente, il relitto dell’ Aegean. Un uomo delle squadre di soccorso aveva dichiarato che la barca sembrava “essere passata dentro un frullatore”. Tuttavia la possibilità che la barca sia andata a scogli è plausibile visto che quella notte c’erano circa 4 metri d’onda.

L’ Aegean era un Hunter 36 ed era partito venerdì scorso con altre 213 barche da Newport con destinazione Ensada in Messico. Partecipava alla 65esima edizione della regata Newport-Ensada, quando, durante la notte, scompariva dai tracciati gps.

Qui le notizie si fanno confuse perché, in un primo momento, gli uomini di guardia ai tracciati gps, che avevano il compito di seguire le barche in navigazione durante la notte, avevano dichiarato di non essersi preoccupati della sparizione dell’ Aegean perché il tempo era bello e il mare calmo, quindi non c’era ragione di allarmarsi. Poi, però,
quando la mattina dopo alcune barche che partecipavano alla regata, hanno iniziato a incontrare in mare relitti che facevano pensare al naufragio di una barca a vela, alcuni skipper, hanno dichiarato che durante la notte il mare era molto grosso e il vento forte.

Sull’Aegean, c'erano quattro persone, i corpi di tre di loro sono stati ritrovati, mentre del quarto non c’è traccia.

In seguito all’incidente, ultimo di una sfortunata serie che in meno di due settimane ha visto morire nove persone nei mari della California, la Guardia Costiera ha ordinato la sospensione di tutte le regate di altura, ordinanza in vigore in attesa che si chiariscano le cause dell’incidente dell' "Aegean" e del "Low Speed Chase", un 38 piedi che la
settimana prima aveva perso in regata cinque membri dell’equipaggio spazzati via da un onda più alta delle altre.



09/mag/2012

FF40
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti