solovela.net
giovedì , 18 luglio 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Inquietante scoperta sulla chiglia di Safran
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Inquietante scoperta sulla chiglia di Safran
News/12/Safran_Scafo_SVN.jpg Safran
Vendée Globe 2012-2013
Inquietante scoperta sulla chiglia di Safran

Safran di Marc Guillemot non ha urtato alcun oggetto sommerso

Les Sable D’Olonne – Non è stato un urto con un oggetto non identificato a causare la rottura delle chiglia di Safran, la barca di Marc Guillemot, che si è dovuta ritirare dalla Vendée Globe solo due giorni dopo la partenza. La chiglia ha avuto un cedimento strutturale dovuto allo stress e, probabilmente, a un errore di calcolo.

Gli esperti convocati dal team Safran per determinare le cause della rottura della chiglia, dopo aver analizzato al microscopio e fatto diversi test sul metallo della chiglia, hanno determinato che questa ha semplicemente ceduto sotto lo sforzo.

Il cedimento è frutto di uno stress continuato. In pratica tutti i colpi ricevuti dalla chiglia nel suo passaggio sulle onde oceaniche durante le innumerevoli regate a cui ha partecipato, hanno causato la rottura. La chiglia quindi aveva dei difetti già alla nascita, a livello progettuale.

I calcoli che dovevano portare al dimensionamento del pezzo erano inesatti e hanno determinato un sottodimensionamento dell’appendice.

“Safran Open 60 Ocean Racer, ha subito significative modifiche nel 2012 per aumentare le sue prestazioni – ha dichiarato Gérard Le Page, presidente del Sailing Team Safran – Di fronte alla concorrenza sempre più agguerrita, la barca è stata sottoposta a sempre maggiori livelli di stress in condizioni molto difficili di mare. Gli shock subiti dalla barca e dalle sue appendici sono stati più che violenti e hanno superato le stime fatte dal team progettuale.”

Il presidente ha quindi concluso con una riflessione.“ Tuttavia i miglioramenti arrivano non solo dai successi, ma anche dai fallimenti."

Quanto è accaduto a Safran testimonia come sia difficile per i progettisti di questi mostri da regata trovare il giusto compromesso tra la necessità di fare una barca solida che resista a sollecitazioni mostruose e allo stesso tempo farla veloce per poter competere ai più alti livelli.

Marc Guillemot, che non ha rilasciato alcuna dichiarazione riguardo la chiglia, almeno sino a questo momento, ha, probabilmente, scambiato il rumore della rottura della chiglia con quello di un oggetto sommerso che aveva toccato lo scafo.
21/dic/2012

Video Zattera
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti