solovela.net
martedì , 17 settembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Dalla Nuova Zelanda, Weta il trimarano da spiaggia
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Dalla Nuova Zelanda, Weta il trimarano da spiaggia
News/03/WETA.gif Weta, il trimarano da spiaggia
Novità
Dalla Nuova Zelanda, Weta il trimarano da spiaggia

Weta, il trimarano smontabile, facile come un giocattolo

Il Weta è un trimarano in vetroresina di 4,4 metri con gli scafi laterali facilmente smontabili che si trasporta su di un carrello leggero. Veloce e stabile come solo un trimarano può essere, il Weta ha avuto un buon successo nell’Europa del nord, per la sua agilità.

Montarlo e smontarlo è un gioco di venti minuti. Smontato il trimarano è largo 1,70 metri, montato raggiunge i 3,5 metri. Il suo piano velico prossimo ai 20 metri quadri gli permette di essere veloce e divertente in qualsiasi condizione di vento.

Il Weta fa parte di quella nuova generazione di barche da spiaggia che ci si può portare dietro facilmente e che sono in grado di riempiere le giornate estive al mare o al lago. Questo trimarano può essere condotto da una sola persona, ma e ne può trasportare sino a 4.


A venderlo in Italia è la Weta Italia di Nave, in provincia di Brescia, marchio che appartiene alla società nautica Sbruzz. Il Weta è offerto in due versioni, “Sport”, la versione base, e “Club”, la versione un po’ più ricca.

Lo scafo centrale (60 kg) e gli scafi laterali sono in vetroresina, mentre timoni, deriva, albero girevole, struttura delle terrazze e bompresso, sono in carbonio (la struttura delle terrazze è in parte carbonio, in parte vetroresina).

http://www.wetaitalia.com
04/mar/2013

Sailitalia

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti