solovela.net
martedì , 17 settembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: AAA Isola vendesi disperatamente
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

AAA Isola vendesi disperatamente
News/03/Skorpios.jpg
Grecia
AAA Isola vendesi disperatamente

In Grecia troppe tasse, in vendita molte isole di proprietà privata

Itaca – In Grecia il Governo, per porre rimedio agli enormi buchi neri del bilancio, continua a inasprire le tasse su tutto quanto è tassabile, comprese le isole.

Tante di queste sono proprietà privata e molte non danno alcun reddito, richiedendo comunque il pagamento di tasse elevate, da qui la corsa dei proprietari a disfarsene e quella degli acquirenti ad acquistarle.

L’ultimo acquisto è quello dell’Emiro del Qatar Hamad bin Khalifa Al Thani che ha acquistato una serie di piccole isole intorno a Itaca, l’isola di Ulisse nello Jonio, tra le quali la più importante è Oxya.

Altra vendita eccellente è l’isola di Patroclo vicino ad Atene. Un’isola piccola, appena 260 ettari, ma che ha un alto valore a causa della sua vicinanza con la capitale. Le trattative per l’isola di Patroclo si aggirano intorno ai 150 milioni di euro.

Di 200 milioni di euro, si parla invece per la piccolissima Skorpios, la mitica isola di Onassis. Sull’isola vivono solo due persone, i guardiani e vi sono sepolti, Aristotele Onassis, il figlio Alexander e la figlia Christina. Sembra che l’isola sia in vendita ormai da molti anni al prezzo di 200 milioni di euro. Qualche tempo fa, sembrava che l’affare per la vendita dell’isola tra Athina Onassis, figlia di Christina, e Bill Gates potesse andare in porto, ma poi, non se ne fece più nulla.
08/mar/2013

Sailitalia

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti