solovela.net
giovedì , 20 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Sbaglia i calcoli e il ponte gli porta via l’albero
Sbaglia i calcoli e il ponte gli porta via l’albero
News/04/AlberoRotto_SVN.jpg
Incidenti
Sbaglia i calcoli e il ponte gli porta via l’albero

Mercoledì mattina un 44 piedi cerca di passare sotto un ponte levatoio della ferrovia e ci rimette l’albero della barca

Se sbagli una manovra, se la barca s’ingavona, se prendi una burrasca e se l’albero in questi casi casca, è un grande dispiacere, ma un dispiacere accettabile, se invece rompi l’albero incastrandolo in un ponte levatoio perché hai calcolato male il tempo di chiusura di questo, allora, la cosa cambia e ti senti un vero imbecille.

Questo è quanto è accaduto a Ralph McBrayer e al suo compagno di navigazione. I due, mercoledì mattina, stavano tornando dalle Bahamas con il loro 44 piedi. Avevano passato Newport sulla costa est degli Stati Uniti ed erano entrati nel grande fiordo che si trova a nord del famoso porto.

Da qui avevano preso un ramo più piccolo in fondo al quale si trovava la banchina che li avrebbe ospitati per la notte. Ralph e il suo amico risalendo lo stretto fiordo avevano sentito il fischio del treno in lontananza ma, come a volte accade quando si è in mare, i due non hanno trasformato il fischio del treno in lontananza in un segnale di allarme.

Anche quando hanno visto un ponte levatoio della ferrovia in fondo al fiordo che cominciava a muoversi non hanno percepito il pericolo.

Alla fine, quando gli sono arrivati vicinissimi, hanno provato a fare due calcoli per vedere se fosse rimasto sufficiente spazio per passarci sotto, ma evidentemente hanno fatto male i loro calcoli, perché quando sono arrivati sotto il ponte, l’albero di quasi 18 metri di altezza, si è schiantato contro di questo ed è stato rotto in numerose parti.

Ralph McBrayer ha raccontato alla polizia che è intervenuta di essersi spaventato molto: “C’erano cavi che frustavano l’aria ovunque, la barca urlava di dolore, ogni tanto, sotto il tiro della barca che ormai era passata sotto il ponte lasciando l’albero addosso a questo, qualche pezzo cedeva e veniva proiettato, come fosse un proiettile, lungo il ponte della barca. Io mi sono gettato in pozzetto, mentre il mio amico è riuscito a scendere sotto coperta.”



17/apr/2013

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti