solovela.net
domenica , 21 luglio 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Distrugge un molo con i fuochi d’artificio capovolti
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Distrugge un molo con i fuochi d’artificio capovolti
Incidenti
Distrugge un molo con i fuochi d’artificio capovolti

Fuochi d’artificio sul molo, sbaglia e li monta a testa in giù e distrugge la banchina

I fuochi d’artifici non dovrebbero mai essere usati vicino alle barche, queste, specialmente quelle a motore, hanno il difetto di avere dei serbatoi pieni di carburante e bombole del gas che non vanno molto d’accordo con i fuochi, ma se proprio quella sera si è in vena di fare una sciocchezza, si dovrebbe fare attenzione a non mettere i fuochi a testa in giù, come è successo nel video qui mostrato.

Un gruppo di amici arriva vicino ad un fiume dove c’è un piccolo molo di ferro e legno al quale è ormeggiata una barca. Uno degli uomini ha dei fuochi d’artificio e decide di dare spettacolo, va in testa di molo e li prepara.

Una volta che li ha montati tutti, ammira per un attimo la sua opera e poi da fuoco alle micce scatenando l’inferno. I fuochi d’artificio invece di partire verso l’alto per illuminare la notte, partono a pelo d’acqua e colpiscono la banchina facendola a pezzi. E’ subito evidente che chi li ha montati ha commesso un errore, li ha messi a testa in giù. Pezzi di legno e schegge volano ovunque, ma l’uomo non sembra accorgersi del pericolo e nonostante gli amici lo invitino a venire via, lui rimane lì ad ammirare il suo capolavoro.


18/lug/2014

Video Zattera

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti