solovela.net
giovedì , 5 dicembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Il SAR (Serch and rescue) passa ai privati SAR
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Il SAR (Serch and rescue) passa ai privati SAR
SAR
Il SAR (Serch and rescue) passa ai privati SAR

Non sarà più la Royal Navy a garantire il servizio SAR, ma una ditta privata

Londra, Inghilterra – Da domani, 1° aprile, il servizio di salvataggio in mare con elicotteri in Gran Bretagna passerà dalla Royal Navy alla Bristow Helicopters Ltd, una società privata che per gli ultimi 30 anni ha svolto servizio di Search and Rescue in alcune zone dell’Inghilterra.

La decisione, presa due anni fa, è stata determinata dall’esigenza di ridurre e ottimizzare i costi di quello che è reputato essere uno dei migliori servizi di Search and Rescue al mondo.

Il 26 febbraio scorso era stata aperta la prima base della Bristow Helicopters Ltd a Humberside Airport, sulla costa ovest. Da domani il servizio sarà effettivo e i piloti e gli equipaggi della Royal Navy che sino ad ora hanno dispensato il servizio con un grado di professionalità molto elevato, saranno destinati ad altri compiti.

Da qui al 2017 saranno aperte dieci basi della Bristow Helicopters Ltd intorno alla Gran Bretagna destinate al servizio SAR, queste saranno locate nei punti più pericolosi della costa.

Gli elicotteri utilizzati dalla Bristow Helicopters Ltd sono di ultima generazione e sono equipaggiati con strumentazione per il volo notturno, il volo in condizioni difficili e per il primo soccorso. I primi equipaggi sono stati addestrati nei campi della Royal Navy in collaborazione con gli istruttori della marina militare inglese.

30/mar/2015

Dufour 56

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti