solovela.net
martedì , 18 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: I Marina privati al salone di Dusseldorf
I Marina privati al salone di Dusseldorf
Boot Dusseldorf
I Marina privati al salone di Dusseldorf

Portisco torna a Dussledorf per bissare il successo dell’anno scorso insieme a Marinad’Arechi e Vento di Venezia

Boot Dusseldorf (Germania) - Dopo il successo avuto al salone di Londra i marina privati di Portisco, Arechi a Salerno e Vento di Venezia si presentano unite anche al salone di Dusseldorf, il più importante salone europeo.

Già l’anno scorso Portisco aveva partecipato al Boot riportando importanti risultati favoriti dalle politiche particolarmente innovative del marina ormai riconosciuto come uno dei più efficienti d’Italia.

I diportisti del nord Europa hanno mostrato di apprezzare particolarmente il sistema degli ormeggi a punti: per ogni notte di ormeggio l’armatore ottiene dei punti dal marina con i quali può avere voli gratuiti per Olbia, o i prezzi flessibili che permettono di prenotare on line ormeggi in pieno agosto a prezzi molto convenienti agendo su di un meccanismo mutuato dai sistemi delle linee aeree low cost.

Quest’anno l’offerta si arricchisce con la presenza di uno dei più bei marina della Campania, Marina d’Arechi che, oltre ad accogliere i diportisti salernitani, si apre a tutti coloro che vogliono vivere la costiera amalfitana e il Cilento e il marina Vento di Venezia che vanta una posizione unica al mondo, ìil marina è sito sull’isola della Certosa proprio davanti a piazza San Marco a Venezia.

15/gen/2017

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti