solovela.net
venerdì , 22 novembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Un sabato per Alex Thompson
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Un sabato per Alex Thompson
Alex Thompson
Un sabato per Alex Thompson

Sabato prossimo a Gosport, in Inghilterra, si fermerà tutto per ricevere Alex Thompson e il suo HUGO BOSS

Gosport (UK) – A Gosport, nel Solent, vicino a Portsmouth, fervono i preparativi per dare il benvenuto sabato prossimo 11 febbraio a Alex Thompson, lo skipper inglese protagonista di una delle più belle Vendée Globe di sempre.

Alex, partito da Les Sables d’Olonne lo scorso 6 novembre del 2016 insieme ad altre 29 barche, dopo pochi giorni di navigazione urta quello che gli skipper chiamano UFO, ovvero un oggetto non identificato il quale gli danneggia seriamente un foil rendendolo inutilizzabile e anzi pericoloso per la barca. Alex, senza fermare il suo IMOCA Hugo Boss riesce a mettere in sicurezza il moncone di foil e decide di continuare la sua corsa.

In pochi avrebbero mai creduto che Alex sarebbe riuscito a far quello che ha fatto, un IMOCA senza foil ha pochissime possibilità di competere con un IMOCA con foil e l’IMOCA 60 di Armel Le Cléac'h, che al momento dell’urto si trovava a circa 120 miglia di distanza, ha dovuto resistere sino all’ultimo agli attacchi di Thompson.

Armel con il suo IMOCA con entrambi i foil in breve raggiunge Alex e lo sorpassa e, dopo qualche giorno di duello ravvicinato dove Alex quando cammina sul bordo con il foil buono riconquista acqua e quando cambia bordo la perde, Armel parte per la sua strada arrivando a mettere tra lui e Alex 1.200 miglia di oceano.

Una distanza enorme che nessuno mai avrebbe pensato fosse possibile recuperare, ma Alex, è Alex, probabilmente lo skipper più determinato di sempre, che non perde mai di vista l’obiettivo e che durante tutta la regata riesce sempre a tenere la barca al massimo delle possibilità sfruttando qualsiasi opportunità pur di recuperare miglia.

Al passaggio di Capo Horn riesce a recuperare 400 miglia e a quello della fascia equatoriale qualche altro centinaio, sino a quando, arrivato nell’Atlantico settentrionale, vicino al Golfo di Biscaglia e quindi all’arrivo, per un attimo si è pensato che il colpo di scena fosse possibile.

Armel comincia a temere per il suo primo posto perché dietro di lui, ad appena 60 miglia c’è la barca nera di HUGO BOSS che continua a recuperare, ma alla fine il meteo decreta che questa vittoria non spetta ad Alex, gira il vento costringendo HUGO BOSS a procedere sul bordo danneggiato, lasciando entrare Armel da trionfatore a Les Sable D’Olonne seguito dal suo temerario avversario Alex.

Dopo essere stato acclamato a Les Sables, ora Thompson torna in patria, dove, sicuramente, a giudicare dai preparativi in corso, sarà accolto come il primo degli eroi e nessuno potrà mai dire che non se lo sia meritato.


08/feb/2017

Zattera

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti