solovela.net
venerdì , 22 novembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Secondo giorno di Maxi Yacht Rolex Cup a Porto Cervo
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Secondo giorno di Maxi Yacht Rolex Cup a Porto Cervo
NewsRegate/09/Wallyño.png Wallyño MIni Maxi RC1
Maxi Yacht Rolex Cup
Secondo giorno di Maxi Yacht Rolex Cup a Porto Cervo

Assenza di vento per il secondo giorno della Maxi Rolex

Porto Cervo - Secondo giorno di Maxi Yacht Rolex Cup, manifestazione organizzata annualmente dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con il Title sponsor Rolex e con l'International Maxi Association.

La classifica provvisoria vede al comando nelle rispettive divisioni Ribelle (Supermaxi), Highland Fling XI (Maxi Racer), Jethou (Mini Maxi Racer), Wallyño (Mini Maxi Racing Cruising 1), H2O (Mini Maxi Racing Cruising 2). Le classi Maxi 72 e Wally non hanno svolto regate, la classifica resta dunque invariata con Bella Mente e Magic Blue al primo posto.

Il programma prevedeva regate a bastone per le classi Wally e Maxi 72, mentre per le altre divisioni in cui è suddivisa la composita flotta dei maxi yacht era programmata una regata costiera. A differenza del primo giorno, il vento ieri si è fatto attendere: la partenza delle costiere è avvenuta alle 13.30 con un Maestrale di circa 10 nodi andato ad aumentare fino a 15, con raffiche a 18 nodi, nel corso della regata di 26 miglia che prevedeva il periplo in senso antiorario delle isole di Caprera e Maddalena, facendo ritorno a Porto Cervo attraverso il Passo delle Bisce.

Se nell'Arcipelago di La Maddalena il vento è stato fresco, non altrettanto si può dire per l'area destinata alle regate a bastone. Una volta partite le barche impegnate nella regata costiera, è stata la volta di Maxi 72 e Wally, che hanno visto la loro prova interrotta a causa di una rotazione del vento di quasi 80 gradi seguita da un drastico calo di intensità. Di fatto, la brezza termica da sudest tanto attesa per dar corso alle prove tra le boe, è entrata in ritardo andandosi a scontrare con il vento settentrionale e creando una zona di transizione esattamente nel tratto di mare deputato allo svolgimento delle regate. Purtroppo non è stato possibile dar corso alle prove tra le boe, così i Maxi 72 e i Wally sono rientrati in porto nel pomeriggio con un nulla di fatto.

La transizione tra il Maestrale da nordovest e la leggera brezza termica ha interessato anche la flotta in regata tra le isole dell'Arcipelago che, una volta attraversato il Passo delle Bisce e doppiato Capo Ferro hanno dovuto negoziare il cambio di direzione ammainando il gennaker e issando il fiocco per bolinare su mure opposte.

Nella classe Supermaxi si è imposto Ribelle di Salvatore e Paola Trifirò, timonato da Francesco De Angelis.

Tra i Maxi ha dettato legge Rambler, il racer puro di George David, con a bordo due sailing star dell'America's Cup come Dean Barker e Brad Butterworth. Secondo posto per Highland Fling XI e terzo per il Southern Wind 96 Sorceress, fresco di varo.

Tra i Mini Maxi Racing Jethou vince ancora confermandosi al comando della classe. Tra i Mini Maxi RC1 la vittoria di giornata è andata al 60' Wallyño davanti al 62' Supernikka di Roberto Lacorte, entrambe le barche sono appaiate a pari punti al vertice della classifica provvisoria di classe.

In classe Mini Maxi RC2 si è imposto H20 di Riccardo de Michele su Shirlaf, entrambe le barche sono a pari punti al comando.

06/set/2017

Zattera

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti