solovela.net
martedì , 17 settembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Ritrovato il Moody 54 rubato a Marina degli Aregai
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Ritrovato il Moody 54 rubato a Marina degli Aregai
News/11/Moody-54.jpg Moody 54
Moody 54
Ritrovato il Moody 54 rubato a Marina degli Aregai

Forse un’organizzazione di furti su commissione dietro la scomparsa del Moody 54

Tunisi (Tunisia) – E’ stato ritrovato in un porto dell’Africa del Nord, cha la polizia non ha voluto rendere noto, si pensa a Tunisi, il Moody 54 rubato qualche settimana fa a Marina degli Aregai. La barca, in perfette condizioni, aveva bandiera russa, numeri di matricola cambiati e anche il numero dello scafo sembra sia stato cancellato.

A quanto sembra, a ritrovare la barca sarebbe stato un’agenzia d’investigazione che ha rintracciato nel breve giro di qualche giorno la barca. L’imbarcazione è stata riconosciuta grazie ai numeri degli apparecchi elettronici presenti a bordo, una delle poche cose che i ladri non hanno sostituito.

“C’è un’indagine in corso e la barca è ancora sotto sequestro, non posso rivelare altre informazioni oltre al confermare il ritrovamento, ma è una bella notizia,” dice Guido Ruspoli, l’armatore della barca. E in effetti intorno al ritrovamento del Moody c’è il massimo riserbo e nessuno parla, né l’armatore, né chi in Marina sembra sapere qualche cosa, tutti si trincerano dietro le indagini in corso. Tale riserbo sta a indicare che dietro il furto del Moody c’è qualche cosa di più importante di semplici ladri di barche.

C’è chi dice che la barca sia stata rubata e poi subito venduta a un cliente russo, cosa che fa pensare che il furto sia stato pianificato in anticipo il che, con un esercizio di fantasia, porterebbe a ipotizzare che a rubare la barca possa essere stata un’organizzazione internazionale dedita al furto di mezzi di lusso.

Una barca di questo tipo potrebbe essere stata rivenduta a diverse centinaia di migliaia di euro. Ad avvalorare tale ipotesi anche la velocità con la quale la barca ha trovato un nuovo proprietario e con cui è stata ritrovata, come se gli investigatori sapessero quali piste battere.

http://www.yachtracingimage.com/
29/nov/2017

Sailitalia
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti