solovela.net
lunedì , 20 agosto 2018

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Partita la Leg 6, la lunga rotta verso Auckland
Partita la Leg 6, la lunga rotta verso Auckland
NewsRegate/02/AkzoNobrl-leg6.jpg Team AkzoNobel - Leg 6 to Auckland, start day. 07 February
Volvo Ocean Race 2017-18
Partita la Leg 6, la lunga rotta verso Auckland

Team AkzoNobel dello skipper Simeon Tienpont ha guidato la flotta della Volvo Ocean Race oltre la linea di partenza della sesta tappa da Hong Kong ad Auckland

Hong Kong - La sesta tappa di questa edizione della Volvo Ocean Race ha preso il via con vento leggero da est, intorno agli 8/10 nodi, con AkzoNobel, SHK/Scallywag e Team Brunel che hanno tagliato per primi, dando il via a un bordo di bolina, seguiti da numerose barche spettatori.

Sei i team impegnati nella traversata che li porterà dalla città di Hong Kong a quella di Auckland, ricordiamo che Team Vestas salterà questa tappa poiché la barca è stata spedita a Auckland per le riparazioni in seguito all’incidente avuto con un peschereccio nelle fasi finali della Leg 4 in prossimità di Hong Kong.

“E’ quasi tutta bolina, quindi i primi giorni saranno duri.” Ha detto la skipper di Turn the Tide on Plastic Dee Caffari. “Potrebbe essere tosto uscire da Hong Kong.”

La triestina Francesca Clapcich, che naviga anche per la Leg 6 con Caffari, in un’intervista pre-partenza ha detto: “Sarà una tappa difficile, sono comunque 20 giorni da passare in mare. Avremo tanta bolina e dovremo attraversare ancora l’equatore. Speriamo di essere un po’ più fortunati con le nuvole nel passaggio dei Doldrum. Vogliamo cercare di spingere al massimo per avere una buona posizione, e mantenerla fino all’arrivo.”


Secondo Simeon Tienpont skipper di AkzoNobel. “Sarà tosta uscire dalle acque di Hong Kong. Non sarei sorpreso di vedere vento molto forte.”

Le previsioni, in effetti, parlano di un ciclone tropicale in sviluppo, che potrebbe creare mare molto mosso, tanto che gli organizzatori hanno inserito nel percorso una Tropical Storm Exclusion Zone (Zona di Esclusione di Tempesta Tropicale) che si estende dai 20 gradi di longitudine alla parte orientale delle Filippine.

La maggior parte dei software di navigazione suggerisce che la rotta più veloce sia quella a nord-est della zona di esclusione, che terrà la flotta lontana dall’area dove le condizioni saranno peggiori.

La tappa condurrà le sei barche della Volvo Ocean Race su una rotta a est prima che possano spingersi a sud verso le calme equatoriali e dopo ancora verso la punta settentrionale della Nuova Zelanda.


“E’ una tappa lunga, oltre 6.000 miglia, e praticamente all’opposto della Leg 4 che ci ha condotto qui.” Ha spiegato Xabi Fernández, skipper del team leader della classifica generale MAPFRE.

L’evoluzione della tappa può essere seguita lo strumento della cartografia elettronica, che per le prime 24 ore sarà in modalità live per poi passare a un rilevamento delle posizioni ogni sei ore.



07/feb/2018
VDV
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti