solovela.net
venerdì , 20 luglio 2018

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Il Charter italiano sbarca in Cina
Il Charter italiano sbarca in Cina
Charter in Cina
Il Charter italiano sbarca in Cina

Una delegazione di società di charter italiane parteciperà al salone di Shangai

Shangai (Cina) – Chi primo arriva meglio alloggia, è guidati da questo proverbio popolare che una delegazione di importanti società di charter italiane parteciperà al salone di Shangai in Cina.

43° Parallelo, North Sardinia Sail e Spartivento, le società che per la prima volta si uniscono per offrire le loro flotte al pubblico cinese. Un pubblico costituito da diverse decine di milioni di persone che stanno maturando un interesse per le vacanze a vela, un interesse che i nostri imprenditori vogliono abbinare all’amore dei cinesi per l’Italia.

Le tre società in questione rappresentano i luoghi più belli della nostra penisola (43° Parallelo e North Sardinia Sail la Toscana, quest’ultima ha una grande flotta anche in Sardegna con base a Cala dei Sardi, alle Baleari e ai Caraibi, e la Sicilia, dove Spartivento ha la sua base e flotta che può facilmente raggiungere sia le Eolie che le Egadi, anche Spartivento ha una base ai Caraibi.)

Sino a pochi anni fa si era convinti che il popolo cinese non avesse la cultura della barca a vela, o meglio non avesse quel tipo di cultura che gli permettesse di apprezzare la bellezza della barca a vela e che fosse più incline ad apprezzare le barche a motore, ma i dati degli ultimi anni dimostrano che ciò non è vero, la vela in Cina sta crescendo velocemente. 

Ogni anno nascono nuovi importatori di marchi europei, società di charter, e si creano nuove regate. Lo sport della vela si sta espandendo tanto da aver attirato l’attenzione del governo centrale che negli ultimi due anni è tornato più volte a legiferare in materia di navigazione da diporto continuando a liberare questa da una serie di limitazioni che erano un oggettivo impedimento al diffondersi di questa attività.

Alla domanda del perché questa delegazione in Cina, i rappresentanti delle tre società ci hanno risposto: “Pensiamo sia il momento giusto, in Cina non c’è ancora il boom del charter, ma l’attenzione per questo tipo di vacanza sta crescendo e vogliamo essere tra i primi a portare l’offerta charter italiana in Asia” ci dice Maria Grazia Zuliani di 43° Parallelo.

A questa si aggiunge la voce di Simone Morelli della North Sardinia Sail che ci dice: “Stando alle ricerche di mercato pubblicate sino ad ora, i mari italiani sono in cima all’elenco dei posti dove i cinesi andrebbero a fare una vacanza in barca. I cinesi, velisti e non, sono innamorati del nostro paese.”

E continua Stefano Pizzi di Spartivento: “Sicuramente in Cina ci sono dei posti molto belli da visitare in barca, ma in Italia il turista cinese trova una comunione di natura e storia che rende unica l’esperienza in barca."


14/apr/2018
VDV

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti