solovela.net
domenica , 22 luglio 2018

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Szymon Kuczyński e il suo Maxus 22 prossimi all’arrivo a Plymouth
Szymon Kuczyński e il suo Maxus 22 prossimi all’arrivo a Plymouth
Szymon Kuczyński
Szymon Kuczyński e il suo Maxus 22 prossimi all’arrivo a Plymouth

Sta per terminare il viaggio di Szymon che ha navigato intorno al mondo per 254 giorni senza scalo

Plymouth (UK) – A Plymouth, una delle capitali mondiali della vela, ancora non ci sono evidenze dei preparativi per accogliere Szymon Kuczyński, il giovane skipper polacco che sta per finire il suo secondo giro del mondo, questa volta a bordo di una barca di poco più di sei metri, un Maxus 22 del cantiere polacco Northman, la barca più piccola di sempre ad aver fatto un giro del mondo senza scalo, ma ben preso, arriveranno in Inghilterra i familiari e i proprietari del cantiere.

Amici e supporter si stanno organizzando e in banchina, il 15 maggio, data per cui è previsto l’arrivo di Szymon, ci saranno anche moltissimi diportisti inglesi.

Al momento il piccolo Maxus 22 sta accingendosi a entrare nel Golfo di Biscaglia che dovrà attraversare per intero nei prossimi giorni.

Szymon, come abbiamo raccontato in un articolo a lui dedicato nell’ultimo numero di SVN, da febbraio scorso naviga con un piano velico ridotto a causa di un danno all’albero verificatosi quando una grande onda ha sdraiato la barca. Da allora il boma dello spi, legato all’albero per irrigidirlo, garantisce che su di questo si possa esercitare una certa forza, ma non di più di quella che può avere un piccolissimo fiocco e una randa con due mani di terzaroli.

Sono 254 giorni che Szymon naviga da solo su quel guscio di vetroresina passando per i capi, navigando nei 40 ruggenti e nei 50 urlanti, schivando iceberg e incontrato balene molto più grandi della sua barca, evitando di essere schiacciato da qualche grande porta container e resistendo a violente burrasche e ora, non sembra vero, ancora poche centinaia di miglia e tutto sarà finito.

Szymon voleva dimostrare che si possono affrontare delle lunghe navigazioni con barche molto piccole e economiche come il Maxus 22 e ci è riuscito facendo la navigazione più lunga possibile, il giro del mondo passando per i capi.

http://svn.uberflip.com/i/958215-svn-40/97?


09/mag/2018
VDV

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti