solovela.net
sabato , 29 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Cantieri di rimessaggio a Ostia sotto sequestro
Cantieri di rimessaggio a Ostia sotto sequestro
News/03/Tevere.jpg La foce del Tevere, sul lato di drittas i trova la zona di Ostia
Demanio
Cantieri di rimessaggio a Ostia sotto sequestro

La GdF ha messo sotto sequestro alcuni cantieri della sponda romana (Ostia) del Tevere

Ostia – La Guardia di Finanza, al termine di un’indagine durata cinque anni, ha proceduto al sequestro si una serie di cantieri di rimessaggio che si trovavano alla sponda sinistra del Tevere, quella che insiste sul territorio di Ostia.

Oltre ai cantieri di rimessaggio, sotto sequestro anche altre costruzioni e abitazioni abusive. L’operazione ha coperto un totale di 28.000 metri quadri di territorio.

Denunciate per reati penali 55 persone. I terreni sequestrati sono stati restituiti al controllo del demanio.

L’area di Ostia e Fiumicino che si affaccia sul Tevere è stata da sempre a rischio abusivismo. Buona parte delle abitazioni sorte nella zona inizialmente non avevano licenza di costruzione e sono state messe in regola successivamente. Il Tevere insieme al canale romano che attraversa il paese di Fiumicino, rappresenta il più grande porto europeo e accoglie oltre 5.000 imbarcazioni.

Mentre il canale è sempre stato considerato navigabile e trattato come un porto, il Tevere sino a metà degli anni novanta, nonostante già ospitasse 5.000 imbarcazioni, era considerato non navigabile e per questo non aveva i fanali di entrata ne era soggetto alla manutenzione di un porto, cosa che portò a diversi incidenti con morti e feriti.

03/mar/2019

GC42LC

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti