solovela.net
domenica , 19 gennaio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Tragedia in Sardegna, velista francese perde la vita
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

Tragedia in Sardegna, velista francese perde la vita
News/04/Beneteau-393--muore-francese-in-sardegna.jpg
Tragedia in Sardegna
Tragedia in Sardegna, velista francese perde la vita

Una barca a vela cerca di entrare in porto con mare formato, la barca si capovolge e lo skipper annega

Porto Corallo (Sud Sardegna) – Ieri, giorno di Pasquetta, nel primo pomeriggio, un Oceanis 393 con a bordo una coppia di francesi con il proprio cane, ha provato a riparare nel Marina di Villaputzu Portocorallo in provincia di Cagliari. Sull’entrata la barca si è traversata e un’onda ne ha causato il ribaltamento. Immediatamente un gommone degli ormeggiatori del marina è partito per portare soccorso ai diportisti. Questo è riuscito a recuperare la donna e il cane, ma non l’uomo che si chiamava Jean Yves Hublau e aveva 60 anni. Il suo corpo è stato ritrovato qualche ora dopo tra gli scogli.

Hublau era partito con la moglie da marina Baunei a Santa Marina Navarrese, nella costa Orientale della Sardegna, vicino ad Arbatax e Cala Gonone, ieri mattina. “Le condizioni erano proibitive, il personale del porto ha passato l’intera giornata a rinforzare gli ormeggi delle barche – ci dice Pietro Fobis del Marina Baunei – il diportista francese deve essere uscito in un momento in cui il vento è calato e le onde all’imboccatura si sono calmate.”

Tirava scirocco forte a Santa Marian Navarrese e altrettanto faceva quando la barca è arrivata a Portocorallo, dove Hublau ha preso la decisione di provare a entrare in porto. Una decisione fatale.

Portocorallo, è esposta ai venti di scirocco e in quelle condizioni l’entrata era proibitiva.

“La cosa migliore sarebbe stata rimettersi con il vento a poppa e risalire a nord di Marina Navaresse – ci dice sempre Fobis – per raggiungere Arbatrax, l’unico porto in questo tratto di costa ben riparato a quel vento.”

C’è la possibilità che la barca abbia toccato il fondo quando ha cercato di entrare, a quel punto avrebbe fatto perno e si sarebbe traversata al mare per poi essere capovolta dall’onda successiva. Daniele Melis, il direttore del Marina di Villaputzu ritiene poco probabile che ciò sia accaduto perché in quel punto il fondale è di 4 metri.

Jean Yves Hublau e sua moglie erano partiti dalla Costa Azzurra per una lunga crociera in Mediterraneo, una cosa abbastanza comune tra i velisti francesi in questo periodo dell’anno. Dalla Francia erano arrivati in Corsica e da qui in Sardegna che stavano riscendendo a tappe.

Molto probabilmente la metà finale sarebbe stata la Sicilia.
23/apr/2019

Oceanis 51.1

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti