solovela.net
mercoledì , 11 dicembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: La Rolex Fastnet Race cambierà percorso
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

La Rolex Fastnet Race cambierà percorso
NewsRegate/11/fastnet.png
Rolex Fastnet Race
La Rolex Fastnet Race cambierà percorso

L’arrivo del prossimo Fastnet sarà in Francia

Cowes (UK) - The Royal Ocean Racing Club (RORC), il club che organizza la regata del Fastnet, ha annunciato che la storica regata nella prossima edizione che si terrà nel 2021 cambierà percorso, il suo arrivo non sarà più a Plymouth in Inghilterra, ma a Cherbourg, in Francia.

Si tratta di un cambiamento storico. La regata da quando è stata inaugurata nel lontano 1925, è sempre stata una competizione totalmente inglese, e anche oggi è considerata patrimonio della cultura velica di questo paese. Spostare l’arrivo in Francia significa che il Fastnet dal 2021 sarà una regata anglo francese.

La decisione trova le sue motivazioni sull’impossibilità di Plymouth di ospitare tutte le barche che vogliono partecipare, cosa che ha costretto il RORC, nell’ultima edizione a limitare il numero di partecipanti.

Lo spostamento dell’arrivo a Cherbourg aumenterà di quasi 100 miglia il percorso di regata che passerà dalle 603 miglia attuali alle 695 miglia, ma avrà anche il vantaggio di poter accogliere molte più barche e quello di accorciare le distanze da percorrere per tornare a Cowes, da dove la regata parte. Cowes - Plymouth sono 125 miglia, mentre Cherbourg - Cowes sono solo 70 miglia.

Probabilmente non è estranea alla decisione anche la Brexit che rischiava di chiudere la regata fuori dalla comunità europea.
27/nov/2019

FF40

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti