SVN logo
SVN solovelanet
martedì 29 settembre 2020

Le boe cedono e due barche vanno a scogli

Doppio naufragio dopo che le cime delle boe di un campo boe in Sardegna hanno ceduto

FeB
ADV
Oristano – Nella notte tra il 29 e il 30 giugno due imbarcazioni, una a motore e una a vela, ormeggiate al campo boe davanti agli scavi di Tharros, sono andate a finire su di una secca dopo che, sotto uno scirocco di circa 30 nodi, le cime delle boe a cui erano assicurate le barche hanno ceduto.

A bordo delle due imbarcazioni sette persone, cinque francesi e due inglesi che hanno lanciato il mayday poco prima di mezzanotte. Ricevuta la richiesta di soccorso la Capitaneria è giunta sul luogo dell’incidente nel giro di pochi minuti dando assistenza agli equipaggi delle due barche, tra i quali non si è registrato alcun ferito.

Nell'attesa dell'arrivo dei soccorsi gli abitanti di Capo San Marco, luogo in cui è avvenuto l’incidente, non hanno perso tempo e, viste le imbarcazioni in difficoltà, hanno portato i i primi soccorsi.

Il giorno dopo la barca a motore è stata recuperata, mentre per la barca a vela si dovrà attendere l’arrivo di un pontile galleggiante con gru.

La Capitaneria ha chiuso l’accesso al pontile galleggiante e al campo boa della rada, che sarà riaperto solo una volta che si saranno verificate le condizioni di manutenzione delle boe e del pontile.