SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 25 settembre 2020

Jebedee bene a Taranto

I risultati della competizione riservata al monotipo progettato da J-Boats

Abbonamenti SVN
ADV
Taranto - Dopo la splendida terza manches, anche la quarta tappa del Campionato Invernale Città di Taranto organizzato dal Circolo Velico Ondabuena e dalla Se.Ve.Ta e valido anche come campionato zonale per la classe J24 dell’VIII zona FIV, si è confermata una bellissima giornata all’insegna del vento (un maestrale di circa 20kn) e dello sport, con tanta voglia di ricominciare a regatare dopo la lunga pausa natalizia che ha tenuto i diciannove equipaggi iscritti alla manifestazione lontani dal campo di gara.
Con leggero ritardo sul ruolino di marcia a causa del vento teso, il Comitato di Regata presieduto dall’ufficiale Alberico Albano ha disposto il campo con la partenza situata nei pressi di San Paolo, la minore delle isole Cheradi, e ha proceduto con le consuete operazioni di partenza. Inizia molto bene Ita 204 96Gradi di Federica Rima (Ist Nautico Vespucci As) che si porta provvisoriamente al comando, ma la lotta per la testa della flotta è molto serrata e le prime sette barche arrivano in boa molto ravvicinate con Lumachia e Marbea (da poco invelate Banks Sails) nel gruppo dei migliori. Alphard della Marina Militare si aggiudica la vittoria seguito da Jebedee, in uno stretto ingaggio fino all’arrivo. La seconda e la terza prova, invece, sono senza storia con Jebedee che pur partendo nel mucchio, è riuscito a venir fuori nettamente meglio degli altri.
“Le nuove vele provate oggi hanno confermato l’affinamento del disegno dedicato a questa classe dalla veleria” ha commentato il tailer Nino Soriano “Inoltre, sia per la randa che per il fiocco è stato usato un tessuto più pesante e quindi robusto, un vero toccasana per chi inaugura un gioco durante il campionato invernale. Sia il passo che l’angolo al vento sono ideali e facili da raggiungere, con la barca che reagisce prontamente anche senza bisogno di lavorare costantemente sulle scotte e le regolazioni. L’unico rammarico è di non aver vinto anche la prima prova ma solo per aver rotto l’ingaggio da interno prima della boa con Alphard a causa della copertura dagli spi che seguivano, altrimenti sarebbe stato un bel colpaccio. Un ringraziamento, come sempre, ai posa boe.”
Al termine della quarta giornata, Ita 427 Jebedee armato da Antonio Macina (Cnautico Maestrale Ass) si porta nettamente al comando del Campionato con sette punti di vantaggio sul secondo classificato, Pulsarino, e con nove punti sul terzo, 96gradi. Con le regate disputate nella terza giornata dell’Invernale Città di Taranto, infatti, Jebedee era balzato in testa alla classifica generale, a pari punti però con Pulsarino.
La prima prova di giornata aveva visto scendere in acqua 18 equipaggi: il vento aveva ruotato verso SE come da previsione e qualche equipaggio che aveva optato per la sinistra si era trovato addirittura oltre la lay-line, costretto quindi ad inseguire. Alla boa ITA 429 Alphard della Marina Militare aveva girato primo seguito da Ita 47 Pulsarino di Fabio Pignatelli (C Velico Ondabuena Ass) e dal resto della flotta: la situazione era rimasta immutata sino all’arrivo anche perché il Comitato di Regata non aveva ordinato un necessario cambio di percorso. Nel frattempo il vento era rinforzato intorno ai 15kn stabilizzandosi da circa 165° con leggere oscillazioni per effetto della costa.
La seconda regata era stata molto avvincente, con la flotta che aveva viaggiato compatta, bordeggiando sul tratto di mare antistante la città alla ricerca del “buono” fino all’ultimo metro dalla spiaggia. Ottima forma per Ita 406 Doctor J armato e timonato da Sandro Negro (C.N.L’Approdo) che però non aveva interpretato al meglio l’ultimo lato di poppa, lasciando sfilare Jebedee di Antonio Macina. Terzo posto per Mimmo Buttiglione alla barra di Alphard. La terza (partita con il vento che, ormai in raffica, raggiungeva circa 18nodi e con la flotta che cercava di interpretare al meglio il campo di regata) aveva visto i ragazzi di Jebedee (con un’ottima partenza e con la migliore regolazione delle vele) uscire dal gruppo dedicandosi al controllo della situazione fino all’arrivo. Ottima prova anche per Pulsarino, secondo, e per Doctor J, terzo al traguardo. Alphard, responsabile di una scorrettezza è stato penalizzato da una squalifica. L’Invernale, articolato su sedici prove articolate in otto manches, proseguirà nelle giornate del 30 gennaio, 13 e 27 febbraio, e del 13 marzo.