SVN logo

nazione Nautitech (FRANCE)

Sul cantiere dedicato ai multiscafi Nautitech non ci sono molte informazioni. Sappiamo che fu fondato da Pierre Loti, ma non quando, probabilmente negli anni 80. Sulla storia delle sue barche, invece, si sanno più cose.

Loti sin da subito intuii che esisteva una nicchia di mercato di diportisti amanti dei catamarani per la comodità e stabilità che questi offrivano, ma che si trovavano a disagio con le prestazioni piuttosto limitate dei classici catamarani da crociera. Questo dato portò Loti a realizzare un catamarano più sportivo, con le timonerie basse e gli scafi un po’ più stretti.

Certo rinunciò a un po’ di spazio, ma la rinuncia fu ampiamente ricompensata con le prestazioni della barca. Questo durò sino a poco dopo la grande crisi del 2008, quella iniziata con il fallimento della Lehman Brothers.

Qualche anno dopo, quando l’economia si stava riprendendo, la Bavaria volle acquistare il cantiere e ne fece la Nautitech Bavaria.

Forte del nome Bavaria il cantiere ebbe un grande impulso, ma perse la sua identità di produttore di catamarani sportivi. Oggi i Nautitech sono dei catamarani molto belli ma, di sportivo mantengono solo le timonerie basse.

ultimo aggiornamento scheda: sabato 1 maggio 2021

  • produzione
  • fuori produzione
Nautitech 40 Open
Modello in produzione
Nautitech 40 Open

Nautitech 40 Open

lft: 11.98m larx: 6.91m

Nautitech 46 Fly
Modello in produzione
Nautitech 46 Fly

Nautitech 46 Fly

lft: 13.79m larx: 7.54m

Nautitech 44

lft: 13.47m larx: 6.81m

Nautitech 441

lft: 13.47m larx: 6.81m

Nautitech 442

lft: 13.47m larx: 6.81m

Nautitech 47

lft: 14.5m larx: 0m

Nautitech 471

lft: 14.5m larx: 0m

Nautitech 482

lft: 15m larx: 7.6m

Nautitech 54

lft: 16.3m larx: 0m

Nautitech 542

lft: 16.3m larx: 8.55m

Nautitech 82

lft: 24.9m larx: 0m