SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 29 ottobre 2020

Operai sequestrano la barca di Falciai presidente del Monte Paschi di Siena

La Mondomarine di Falciai è prossima al fallimento, lui cerca di portare via la barca, ma non ci riesce

Abbonamenti SVN
ADV
Savona – La nautica è in ripresa, ma non per tutti. Lo storico cantiere Mondomarine, produttore di grandi scafi a motore e di cui Alessandro Falciai, presidente del Monte Paschi di Siena, è il maggior azionista, è vicina al fallimento e si sa che quando la nave affonda i topi scappano, così ha cercato di fare Falciai provando a portare via il suo superyacht che si era fatto costruire dal suo stesso cantiere. Yacht non terminato, ma già in grado di navigare.

Falciai nei giorni scorsi aveva dato ordine al cantiere di varare la barca nello stato di fatto in cui si trovava, ma gli operai, ai quali era stato detto che l’azienda era stata venduta a una società cinese, salvo poi scoprire che non era così, si sono rifiutai di eseguire l’ordine e di fatto hanno sequestrato l’imbarcazione.

Secondo i dipendenti del cantiere, Falciai voleva portare via il suo yacht perché sapeva che il fallimento è prossimo e non vuole che la barca rimanga invischiata nel conseguente sequestro del sito.