SVN logo
SVN solovelanet
martedì 20 ottobre 2020

La Croazia nautica contro il governo e le nuove tasse

Diverse associazioni si sono sollevate in Croazia contro le nuove tasse di soggiorno

Abbonamenti SVN
ADV
Spalato – Il ‘’La” lo ha dato Sean Lisjak, il presidente dell’associazione dei marina croati, un’equivalente dalla nostra Assomarinas, scrivendo una lettera al ministro competente in fatto di nautica da diporto avvisandolo che, nel caso in cui le nuove tasse di soggiorno, in alcuni casi aumentate di 7 volte, non dovessero essere riportate al livelli ragionevole, molti diportisti la prossima stagione si potrebbero orientare verso altri lidi.

Insieme alle associazioni croate si sono mosse anche alcune associazioni tedesche e austriche, il numero di tedeschi e austriaci che noleggia barche in Croazia è notevole.

Al momento però, il ministero non sembra interessarsi della questione e nessuna riposta è stata ancora data alle diverse petizioni che sono giunte al ministero.

A settembre il governo Croato aveva annunciato l’aumento di tutte le tasse di soggiorno e soprattutto aveva dichiarato che queste, al di là della lunghezza del periodo in cui si soggiornava in Croazia, sarebbero state pagate per l’intero anno.

Gli aumenti, in particolari per le barche più grandi, erano anche di sette volte le tariffe originarie.