SVN logo
SVN solovelanet
martedì 27 ottobre 2020

La barca a vela della speranza

Imbarcava cinquanta clandestini ed è stata recuperata al largo di Porto Cesareo. Si tratta di un Beneteau 50 di proprietà di due armatori russi

Abbonamenti SVN
ADV
Roma - È di due russi residenti negli Stati Uniti, Vladimir Prosianik e Igor Kholkin, la barca a vela a bordo della quale sono stati salvati la scorsa notte dalla Guardia di Finanza circa 50 clandestini a largo di Porto Cesareo (Lecce). Si tratta di un Bénéteau 50 del 1995 che, secondo le ricostruzioni delle autorità, l'anno passato ha partecipato alla XX edizione della regata Rally atlantic cruiser e che gli scafisti stessi probabilmente hanno rubato alle Canarie. L'imbarcazione è immatricolata Usa ed è in dotazione alla Sail cruiser corporation di Dover.