SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 29 ottobre 2020

Love-Love, la strana barca di Berthier

Uno scafo perennemente semiaffondato. Che può anche navigare. Ecco l'idea dell'artista transalpino per rappresentare il decadimento. E ha già trovato un armatore

Abbonamenti SVN
ADV
Le Havre – E' un'opera d'arte, e così va considerata. Certo, suscita molto stupore e curiosità Love-Love, la creazione dell'artista contemporaneo francese Julien Berthier. Si tratta di uno scafo a vela lungo circa sei metri (o tre, sarebbe meglio dire) semiaffondato e inclinato perennemente a quarantacinque gradi. Può navigare e quando è ormeggiata in banchina, accanto alle altre “comuni” barche, crea un effetto senza dubbio destabilizzante.
L'artista transalpino ha infatti preso una piccola barca a vela di sei metri, l'ha tagliata a metà verticalmente e poi ha installato una nuova chiglia e un'elica che le permettono di muoversi in mare. Un'opera che per Berthier ha un significato particolare. Rappresenta il decadimento e i sogni che affondano. E se per molti si tratta di una stupidaggine o per altri motivo di critica (a vederla in mare si potrebbe essere indotti a lanciare un may-day), qualcuno, viceversa, l'ha già apprezzata, acquistandola per una cifra vicina ai cinquantamila euro.