SVN logo
SVN solovelanet
sabato 24 ottobre 2020

Cinque mesi contro vento

Dopo 151 giorni di navigazione, Maud Fontenoy ha raggiunto l’isola francese della Riunione, la stessa da cui era partito lo scorso 15 ottobre

Abbonamenti SVN
ADV
Riunione - Dopo 151 giorni di navigazione, Maud Fontenoy ha raggiunto l’isola francese della Riunione, completando il giro del mondo contro vento.

L’atleta francese, di 29 anni, ha raggiunto nella mattinata di ieri l’isolotto situato nell’Oceano Indiano, da dove era partita il 15 ottobre. “Sento un profondo sollievo – ha detto Maud – e il raro piacere di aver vinto contro gli elementi, ma anche contro me stessa”.

L’avventura della skipper francese è stata, tuttavia, ricca di problemi e anche di paure. Mentre era in navigazione nei pressi del Capo di Buona Speranza, si è fratturata due dita della mano durante le manovre. In seguito, dopo aver affrontato le tempeste e il freddo polare dell’Oceano Atlantico, l’albero del suo L’Oreal Paris, imbarcazione di 26 metri, non ha resistito ai venti e si è spezzato. La Fontenoy è riuscita a proseguire la traversata, sostituendolo con il tangone.

Non sono mancati durante la navigazione i momenti di rabbia, disperazione e lacrime, come lei stessi li ha definiti, ma l’impresa di Maud ha una dedica del tutto speciale: “Spero che la mia avventura sia un messaggio per i bambini, gli adolescenti in difficoltà, le donne e per tutti coloro che si battono per farcela. Si può riuscire nella vita anche navigando contro vento”.