SVN logo
SVN solovelanet
sabato 24 ottobre 2020

Joyon continua a volare

Sette giorni, otto ore e dodici minuti: è questo l'incredibile tempo realizzato da Francis Joyon sulla rotta Capo di Buona Speranza-Capo Leeuwin

Abbonamenti SVN
ADV
Capo Leeuwin - Sette giorni, otto ore e dodici minuti: è questo l'incredibile tempo realizzato da Francis Joyon sulla rotta Capo di Buona Speranza-Capo Leeuwin.

Il velista francese, impegnato a circumnavigare il globo in solitario a bordo del maxi-trimarano “Idec”, ha fatto meglio di Ellen Mac Arthur, che nel 2004 impiegò tre giorni in più per compiere il medesimo tragitto, e anche di “Orange II”, il multiscafo comandato da Bruno Peyron con un equipaggio di quattordici persone che attraversò l'Oceano Indiano in 7 giorni, 8 ore e 33 minuti (appena mezz'ora in più). Lo skipper transalpino ha anche un vantaggio provvisorio di oltre sette giorni sul record del giro del mondo in solitario, stabilito sempre da Ellen Mac Arthur.

Joyon ora naviga a vele spiegate verso Capo Horn. “La rotta scelta - ha dichiarato al proprio shore team - è un buon compromesso tra il tragitto più breve e una distanza di sicurezza dalla zona degli iceberg, situata circa sessanta miglia a Sud”.