SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 3 giugno 2020

Il turismo greco riparte

Il Primo Ministro Greco, Kyriakos Mītsotakīs, nella giornata di ieri ha reso nota la map road per la fase 2

SailItalia
ADV
Atene (Grecia) – La Grecia che, come la Croazia, ha vissuto una forma molto debole di epidemia con meno di 3000 contagiati ufficiali e 168 morti (dati del 21 maggio 2020), riaprirà molto più cautamente di quanto sta cercando di fare il suo grande concorrente nel settore charter, la Croazia.

Dal 15 giugno i greci saranno liberi di andare in barca. Gli stranieri, invece, potranno arrivare in Grecia a partire dal 1° luglio.

Non ci saranno corridoi preferenziali, ma la Grecia si riserva di non aprire le sue frontiere a paesi dove l’epidemia sia ancora aggressiva.

Dal documento fatto circolare dall’Ente del Turismo greco non risulta, come sembrava in un primo momento, che le entrate siano scaglionate a partire dal 15 giugno, né tanto meno viene riportato l’elenco delle nazioni accettate e quelle no, anzi, nel documento dell’Ente del Turismo si legge che l’elenco delle nazioni ritenute con un tasso di contagio troppo elevato e verso le quali non saranno aperte le frontiere, sarà pubblicato quanto prima.

Il governo ha organizzato sia dei presidi medici nelle isole maggiori dove sarà possibile fare i tamponi per il Covid-19, sia dei centri per la quarantena anche se non ha specificato se i tamponi saranno obbligatori per chiunque arrivi nella nazione e se, in caso di tampone positivo, si dovrà rimanere sull’isola per il tempo della quarantena.

In allegato un PDF tratto dal Power Point inviatoci dall’Ente del Turismo Ellenico.

Parole